Lettori fissi

30 gennaio 2013

Un micio ai miei piedi...

Buonasera a tutti!

Oggi, inutile girarci attorno, é mercoledi. È già so che é il giorno che più attendete, non negatelo... :-) é il giorno in cui, cioè, mollo le redini del blog e le affido alla palla di pelo che mi gira per casa.

Oggi vi offro delle foto fresche fresche, che ho fatto pochi minuti fa, approfittando del fatto che il micio fosse in adorazione del Moroso, che si stava beatamente facendo la doccia. Cioè fermo e in locale ben illuminato!

Con questo vi saluto, e vi dò appuntamento a presto!

Buonanotte...

 

29 gennaio 2013

Teglia di patate saporite

Salve a tutti!

Come prosegue da voi la settimana? Io sono già stanca del lavoro, ed é solo martedì...

Oggi vi presento una ricetta che ho preparato domenica, e che si é rivelata molto gustosa. Sto parlando di una Teglia di patate saporite.

Non fate il mio errore, se preparerete questo piatto: la cottura deve essere lenta ed uniforme, e non "bruciatevela" tutta subito in pochi istanti!

Ingredienti:

  • 500 gr di patate (io ho usato quelle piccole già lessate);
  • 3 würstel al formaggio;
  • 1 confezione di grok gusto "delicato";
  • 1 bustina di Ariosto Insaporitore per patate;
  • Olio Dante Condisano.
Preparazione:

  • Preparate le patate. Se sono crude, sbucciatele e sbollentatele. Io ho usato una confezione di patate già lessate, apposite per questo tipo di preparazione.
  • Tagliate la più grosse, e lasciate le altre come sono.
  • Mettetele in una teglia, insaporendo bene con l' Ariosto per patate, e irrorate di Olio Dante Condisano. Fate attenzione che l'Ariosto arrivi anche all'eventuale "secondo strato" di patate, per evitare che le prime risultino molto saporite, mentre le seconde insipide.
  • Tagliate i würstel a rondelle. Mescolateli alle patate.
  • Prendete il grok. Tagliuzzatelo grossolanamente, quindi aggiungete anche questo alla teglia.
  • Scaldate il forno a 120 gradi. Cuocete la teglia per circa una mezz'ora. Comunque la cottura é indicativa: se volete che le vostre patate facciano la "crosticina", magari la cottura dovrà essere più lunga.
Sperando, come sempre, di avervi dato un buon consiglio, vi auguro buona serata..

 

28 gennaio 2013

Lunedì beauty... Nuova rubrichina...

Salve a tutti, e buon inizio di settimana!

Oggi volevo mostrarvi alcuni dei prodotti che ho acquistato ieri, da Oviesse. Si tratta di tre brillantissimi pigmenti. Io, a dire la verità, non mi intendo molto di questo tipo di trucco... Infatti solitamente utilizzo ombretti normalissimi, a cialda. Ieri, però, un po' attratta dalle recensioni splendide che ho potuto vedere su tanti blog, un po' affascinata dall'ampia gamma di colori, mi sono decisa.

Ecco i prodottini che ho preso...

  • Cosa sono?
Tre pigmenti della linea Essence Pigments.

  1. Il primo é il n.10, il Fairy Dust. Il vasetto contiene 2,5 gr di prodotto.
  2. Il secondo é il n.19, il Kiss the Frog. Il vasetto contiene 1,7 gr di prodotto.
  3. Il terzo é il n.04, il Broadway Starlet. Anche questo vasetto contiene 2,5 gr di prodotto.
  • Dove li ho presi?
Li ho presi da Oviesse. Il prezzo é di 2,99 € ciascuno.

  • Cosa contengono?
L'inci non é riportato sulla confenzioncina. Vi rimando al sito del brad, www.essence.eu.

  • Quanto durano?
Una volta aperti, vanno consumati entro 6 mesi.

  • Come si usano?

Sulla confezione é scritto, testualmente, "polvere multicolor da usare su palpebre, labbra e unghie". So che si possono usare sia asciutti che bagnati, ma poiché sono anch'io una neofita dei pigmenti, vi rimando al web, dove potrete trovare tanti esempi. Il Broadway Starlet, però, ho già deciso che lo userò sullo smalto trasparente...

Ma... Un istante! Ieri, riponendo nella mie enorme sacca dei trucchi questi ultimi acquisti, cosa non ti vado a trovare?! Tre confezioni nuove di ombretto in polvere dell'Avon! Una pure verde, il colore cioè che ieri ho scelto, e che riempie in realtà il mio beauty case! Visto l'argomento, ne approfitto per presentarvi anche loro...

  • Cosa sono?
Tre ombretti in polvere della linea Avon Trend.

  1. Il primo é il Limelight;
  2. Il secondo é il Gold Fame;
  3. Il terzo é il Blue Pop. Tutti e tre sono contenuti in vasetto da 2 gr di prodotto, e sono venduti inscatolato con applicatore.
  • Dove li ho presi?

Da mia sorella, presentatrice Avon. Come tutte sapete, infatti, i cosmetici Avon non si trovano nei normali negozi di cosmesi. Informativi sul sito www.avon.it per conoscere la presentatrice più vicina a voi. Sinceramente, però, non saprei se il prodotto é ancora in vendita, anche se é uscito solo qualche mese fa. Anche per il prezzo vale un discorso simile. Su catalogo il costo base é di 7,50 € cadauno, ma Avon cambia continuamente le offerte, quindi raramente li pagherete così!

  • Cosa contengono?
L'inci é scritto all'interno della confezioncina di cartoncino. Spero riusciate leggere qualcosa...

  • Quanto durano?
Una volta aperto il prodotto, va consumato entrò 24 mesi.

  • Come si usano?

Posso immaginare come un normale ombretto. Ho provato a usarli bagnati, solo il verde, che normalmente é un po' smorto, diventa splendido. Decisamente meglio della versione naturale! Il blu, invece, lo sconsiglio: asciutto é accettabile, ma bagnato fa troppo "effetto livido"... Ed l'ultima cosa che vogliamo, no?!

Per oggi vi lascio, scusate se il post é stato un po' prolisso, e mi rendo conto non ha aggiunto nulla a ciò che probabilmente conoscete già..

Vi auguro una splendida settimana, e di rileggerci presto...

 

27 gennaio 2013

Scaloppine all' arancia

Salve a tutti!

 

Come va? Qui é stata una giornata quasi primaverile, una di quelle che ti invogliano ad uscire e camminare! E così ho fatto: fra le altre cose sono stata da Oviesse, straordinariamente aperto per via dei saldi, e incredibilmente vuoto! Così sono rimasta mezz'ora a spulciare lo stand Essence, il brad di cosmesi che ho tanto visto descritto su molti, splendidi blog. Naturalmente non sono uscita a mani vuote, ma vi mostrerò il bottino uno dei prossimi giorni, in un post dedicato.

 

Questa sera, invece, volevo presentarvi una ricetta gustosissima, che ho avuto modo di preparare diverse volte negli ultimi giorni. Si tratta di Scaloppine all'arancia.

É una ricetta velocissima, ma che, secondo me, vi farà fare proprio bella figura! Io l'ho preparata con il manzo, mia madre invece ha utilizzato dei etti di pollo, ed il risultato é stato comunque da leccarsi i baffi!

 

Eccovi gli ingredienti, per 2 persone:

  • 250 gr circa di fettine di manzo sottilissime;
  • 3 arance;
  • 2 cucchiai di Amizea Molino Chiavazza;
  • 1 cucchiaio di Lemondor Polenghi;
  • Sale.

Preparazione:

  • Spremete le arance. Unitele al cucchiaio di Lemondor e ad un pizzico abbondante di sale.
  • Incorporate l'Amizea setacciandola, e mescolando benissimo con una forchetta per evitare la formazione di grumi.
  • Tagliate il manzo a straccetti.
  • In una capiente pentola antiaderente unite tutti gli ingredienti.
  • Lasciate cuocere a fiamma vivace, finché la crema non diventa "budinosa", e il manzo avrà chiaramente cambiato colore.
  • Servite. La salsa sarà abbondante: potete recuperarla e servirla vicino alla carne, affinché il gusto finale di agrumi ne guadagni!

Naturalmente, nessuno vieta di diminuire il numero delle arance: in questo modo non avrete una salsa, ma semplicemente una "gelatina" sui pezzi di carne!

Sperando di avervi ingolosito, vi auguro buona serata, e uno splendido inizio di settimana!

 

25 gennaio 2013

Torta di zucca dello zio Stefano (& sister)

Salve a tutti, e buon venerdì!

Come va? Immuni dalle influenze, o siete a letto carichi di febbre? Io, fortunatamente, dopo il malessere di mercoledì, sembra che abbia scampato questo virus... Per ora!

Oggi volevo presentarvi una ricetta dolcissima, una torta gluten free, con una morbidissima crema di zucca! La zucca in questione é stata coltivata da mia sorella Cristiana, ed é una di quelle rappresentate nella fotografia sotto il nome del blog...

Vi dò subito gli ingredienti:

Per la frolla

  • 250 gr di farina mix C Schaër;
  • 125 gr di burro;
  • 125 gr di zucchero;
  • 1 uovo.
Per la crema di zucca:

  • 500 gr di zucca cruda;
  • 3 uova;
  • 100 gr di zucchero;
  • 100 gr di panna da cucina;
  • Cannella;
  • Zenzero fresco.
Preparazione:

  • Fate la frolla. Impastate, a mano o nell'impastatrice, tutti gli ingredienti: la farina, il burro, lo zucchero e l'uovo. Lavorate velocemente ma fino a ottenere una pasta omogenea.
  • Incartate la palla di frolla nell'alluminio e lasciate riposare in frigorifero, mentre preparate la crema.
  • Cuocete la zucca, in forno o al vapore, finché non diventa tenera, quindi levatela dalla buccia.
  • Mettete in una ciotola la zucca a pezzettini, unite le uova, lo zucchero e la panna da cucina.
  • Spolverate con abbondante cannella e zenzero fresco grattugiato.
  • Prendete una teglia e foderatela di carta da forno.
  • Stendete la pasta frolla sul fondo della tortiera, creando una piccolo bordo per evitare la fuoriuscita della crema, che andrete a versare sull'impasto.
  • Mettete in forno caldo a circa 180 gradi per 40-50 minuti.
È deliziosa! E ve lo dico io, che il sapore della zucca, normalmente, non mi va proprio giù! Se non potete o non volete usare latticini, potete sostituire la margarina nella frolla, e usare la panna vegetale. Il gusto rimane invariato!

Con questo, vi auguro una buona serata, sogni d'oro, e uno splendido weekend!

A presto... ;-)

 

23 gennaio 2013

Mercoledì influenzato... Mercoledì fortunato? :-(

Salve a tutti!

Oggi vi lascio con un piccolo collage del miciozzo, e vi auguro la buonanotte al volo...

Temo di essermi presa un po' d'influenza...:-(

Alla prossima...

 

21 gennaio 2013

“OLIOGRAMMA”, IL CONDIMENTO DIVENTA UN’OPERA D’ARTE





 

“OLIOGRAMMA”, IL CONDIMENTO DIVENTA UN’OPERA D’ARTE

Gli allievi dell’Accademia Cameron esalteranno l’italianità e lo spirito innovativo di Olio Dante

 

 

Dante si mette in posa e diventa lolio modello per gli scatti d’autore dell’Accademia di fotografiaJulia Margaret Cameron”, la scuola di alta formazione nata a Benevento nel 2011.

In occasione dell’anniversario dello storico marchio, nato nel 1898 da un’idea di Giacomo Costa, il Sommo Poeta si rifà il look e presenta il progetto “Oliogramma. Dante, 115 anni e non li dimostra…”, ideato dagli Oleifici Mataluni di Montesarchio (BN).

L’iniziativa si propone di raccontare ai consumatori, attraverso le immagini degli artisti coinvolti, i valori culturali e nutrizionali contenuti in una bottiglia di olio di oliva, che troppo spesso finiscono per essere mortificati da logiche di mercato che riducono l’olio ad una semplice commodity.

Da oggi al 13 aprile 2013, gli allievi dell’Accademia realizzeranno veri e propri servizi fotograficidedicati al condimento principe della dieta mediterranea, rappresentando l’italiani, la sostenibilitàe lo spirito innovativo dei prodotti ideati dal Centro di ricerca degli Oleifici Mataluni.

Oliogramma si propone di dare lustro alle risorse umane locali - a parlare è Angelo Orsillo, Direttore dell’Accademia - attraverso la realizzazione di immagini finalizzate alla comunicazione,con competenza, creatività e senso dell’estetica. I partecipanti saranno coordinati dalla direzione artistica del fotografo Michele Stanzione, dei docenti Salvatore Picciuto e Vincenzo Cillo.

La partnership tra gli Oleifici Mataluni e la Cameron, dunque, conferma il forte legame con il territorio e la politica di valorizzazione dei giovani talenti, che da sempre contraddistingue l’azienda sannita che raggruppa 23 storici brand, tra cui Dante, Olita, Topazio, OiO e Vero.

La partecipazione, infatti, è aperta a tutti i fotoamatori iscritti alla scuola, che avranno a disposizione tre mesi per immortalare il nuovo packaging in PET 100% riciclabile ed esaltare le inconfondibili “forme” della bottiglia ad anfora, presente sulle tavole di tutti gli italiani.

“Con Oliogramma - afferma Valentina Corrado, Ufficio Marketing degli Oleifici Mataluni - vogliamoraffigurare quei valori che gli Oleifici Mataluni incarnano da sempre e che vengono veicolati dal nostro olio 100% Italiano e dall’olio arricchito con la vitamina D. Attendiamo con entusiasmo gli scatti degli allievi e siamo certi che riusciranno ad impreziosire le nostre etichette, che sin dagli anni Trenta del secolo scorso sono state associate ai capolavori della pittura italiana e fiamminga in alcune memorabili campagne pubblicitarie”.

Al termine della manifestazione, nel complesso agroindustriale oleario degli Oleifici Mataluni sarà allestita un’esposizione con tutte le opere pervenute, durante la quale ogni autore presenterà ipropri lavori.

 

 

20 gennaio 2013

Pizza pomodoro fresco e brie

Salve a tutti!

Come é andato il fine settimana? Il mio di gran riposo, visto anche che qui ha cominciato a nevicare ieri nel primo pomeriggio, e non ha smesso che poco fa, tramutandosi in una di quelle pioggerelline fastidiose.

Questa sera, per "tirarci su" il morale, ho preparato due belle pizzotte!

Ad onor del vero, devo ammettere che l'impasto l'ho comprato già pronto durante l'ultima spesa, quindi non posso prendermi il merito della cosa! Infatti, ho provato vari modo di fare la pizza, ma nessuno é riuscito a convincerei fino in fondo. Nella mia lista dei futuri acquisti ho già inserito la macchina del pane, che si essere adatta a questo tipo di preparazione. Ci aggiornerò quando avrò fatto questa spesuccia... ;-)

Vi mostrerò comunque il modo in cui le ho farcite...

Ingredienti per 2 belle pizzone:

  • 1 kg di pasta pronta per pizza;
  • 1 bottiglia di pomodoro da 350 gr;
  • 2 grossi pomodori;
  • 3 mozzarelle di bufala;
  • 2 formaggi brie da 150 gr cadauno;
  • Olio Dante Condisano;
  • Sale.
Preparazione:

  • Stendete la pasta per la pizza in due teglie da forno. Lasciate lievitare una decina di minuti circa.
  • Mescolate al pomodoro un pizzico abbondante di sale, quindi stendetelo uniformemente sulle due pizze. Versate sopra un filo di Olio Dante Condisano.
  • Infornate le pizze a 250 gradi per circa 10 minuti.
  • Nel frattempo tagliate a fettine la mozzarella, il pomodoro, e il formaggio brie.
  • Quando il pomodoro si é scurito,mettete sulle pizze tutti gli ingredienti, e tornate a infornare.
  • Terminate la cottura della pizza. Io solitamente la tengo in forno finché la superficie non appare "bella cotta": cioè, la mozzarella si é dorata e tutti gli ingredienti si sono ben amalgamati.

Più che una ricetta, oggi vi ho dato un piccolo consiglio. Si tratta infatti della pizza preferita del Moroso, e quando posso sono ben lieta di preparargliela.

Un salutone, e buonanotte...

:-)

 

18 gennaio 2013

Collaborazione al sapore di limone... Con Polenghi!

Salve a tutti!

E finalmente é arrivato il venerdì, che a tanti di voi farà venire l'acquolina in bocca, al pensiero del meritato weekend di riposo!

Per rimanere in argomento di "acquolina", oggi vorrei presentarvi una nuova, deliziosa collaborazione. Volevo parlarvi di Polenghi, e dei suoi meravigliosi prodotti al profumo di Sicilia!

Chi é Polenghi Group? Si tratta di una realtà importante a livello europeo, all'avanguardia su ogni fronte. Lavora su ben tre unità produttive: in Italia é specializzata nella produzione e confezionamento di succo di limone e condimenti; in Francia si occupa dello sviluppo innovativo per creare condimenti con tecnica Aerosol; mentre l'ultima, in Belgio, sta occupandosi di produzione di specialità utilizzando il cioccolato belga.

La realtà italiana di Polenghi é da considerarsi, per la dimensione e la qualità degli impianti, la più importante d'Europa.

Inoltre, Polenghi riesce a seguire il limone per tutta la filiera produttiva, garantendo che a noi giunga praticamente inalterata tutta la qualità della Sicilia!

Per avere maggiori info, vi consiglio di visitare il loro sito o la loro pagina facebook.

L'azienda mi ha gentilmente omaggiata dei seguenti prodotti:

  • 2 bottiglie di sorbetto al limone;
  • 1 bottiglia di sorbetto all'Ace;
  • 1 bottiglia di sorbetto all'Arancia Rossa;
  • 1 confezione preparato Torta soffice al limone;
  • 1 confezione Torta Allo Yogurt e Limone;
  • 1 confezione di Panna Cotta Al Limone;
  • 24 confezioni di Lemondor.

I sorbetti sono senza latte, quindi adatti anche agli intolleranti, e facilmente abbinabili agli alcolici e agli spumanti.

Il Lemondor é praticissimo! La confezione innovativa é a forma di spicchio di limone, davvero maneggevole e comodissima da riporre anche nel più ingombro dei frigoriferi. Il sapore é delizioso: acidulo, ma non troppo. Ciò é possibile grazie alla presenza, oltre al succo, alla buccia e all'olio essenziale del limone.

Non posso ancora parlarvi dei preparati per dolci: ancora non li ho usati, sto cercando il modo di valorizzarli al meglio, ma sono sicura che potrò presentarveli presto!

Voi conoscevate già questo marchio?

Con questo vi auguro un buon weekend, e arrivederci a prestissimo...

 

16 gennaio 2013

Un gattone fortunato...

Salve a tutti!

Come sta andando la vostra settimana? Io proprio questa mattina sono stata impegnata con uno l'inventario in uno dei punti vendita della catena di supermercati dove lavoro, mi sono svegliata prima delle 6, e... Sorpresa! La macchina in panne! Per fortuna l'insostituibile Moroso si é vestito di gran lena, e mi ha dato un passaggio!

Inoltre, qui nevica da domenica, quindi le strade sono tutte scivolose e l'aria é gelida... L'unica speranza é che questo freddo estingua un po' di influenze! (Entrambe le mie sorelle sono a casa con la febbre a 39 da tre giorni!)

Ma oggi é mercoledì!

Siccome so che tutti lo aspettate, eccovi subito un bel fotomontaggio del miciozzo, con un "ritratto" fatto dal Moroso...

Ma non é finita qui!

Poiché sono passati 10 giorni dell'estrazione del mio regalino, e la Micia Cleo non si é fatta più viva, ho deciso di premiare un'altra persona. Se Cleo mi manderà il suo indirizzo le spedirò il premio che avevo pensato per lei, nel frattempo però tramite, sempre random.org, ho scelto una seconda vincitrice...

La numero 2, cioè Ely!

Complimenti alla nuova vincitrice! Ely, aspetto il tuo indirizzo per spedirei il mio pensierino... :-)

Con queste parole, vi saluto e vi auguro la buonanotte... A prestissimo...

 

14 gennaio 2013

100 follower... :-D

Salve a tutti,

Solo un velocissimo post perché... Ho superato i 100 followers!

Sono felicissima, ogni volta che leggo un commento ad un mio lavoro o qualcuno mi segue, é un riconoscimento per ciò che faccio... E la cosa mi da un enorme piacere!

Con questo vi lascio, augurandovi la buonanotte e ancora ringraziando tutti voi!

A presto...

 

12 gennaio 2013

Insalata Anti Dieta

Salve a tutti, e buon weekend!

Come avrete capito, io lavoro anche il sabato, quindi per me il weekend é appena cominciato... E dopo due giorni di atroce emicrania, pare che la domenica in arrivo mi vedrà bella vispa e contenta! :-D

Oggi volevo presentarvi un'insalata molto particolare... Un piatto che ho voluto chiamare, e non a caso, "L'Anti Dieta".

Si tratta infatti di una semplice insalata condita con funghetti, crostini fatti in casa, e "ciccioli" di lardo!

Infatti, l'altro giorno ho acquistato un piccolo sfrido di lardo, con l'intenzione di farne dei crostini. Purtroppo però non sono riuscita a metterlo subito in frigorifero, e temevo di fosse rovinato. Ma mi spiaceva buttarlo! Il profumo era ancora ottimo, e cercando di un metodo per cucinarlo ho pensato di friggerlo, come se fosse un pezzo di grasso qualsiasi, e vedere cosa ne risultava! Beh, ottimo!

Ora vi lascio le indicazioni per la mia Insalata Anti Dieta.

Per 2 persone, questi gli ingredienti:

  • 1 piccolo cespo di insalata, tipo lattuga;
  • 250 gr di lardo in un unico pezzo, o in fette spesse;
  • 1 confezione di funghi trifolati sottolio;
  • 8 fette di pane in cassetta;
  • Sale aromatizzato alle erbe;
  • Cipolla in polvere;
  • Olio Dante Condisano.
Preparazione:

  • Lavate l'insalata, asciugatela e tagliatela a piccoli pezzi.
  • Prendete il lardo, e tagliatelo a pezzi piuttosto piccoli.
  • Metteli in una padella antiaderente, senza condimenti, e metteteli sul gas a fiamma media. Rimestateli spesso. I pezzi di lardo cominceranno dapprima a diventare trasparenti, quindi cominceranno a rilasciare una parte liquida. Nella stessa cominceranno a friggere.
  • Lasciatelo imbiondire un po', quindi spegnete il fuoco, e scolateli su una carta da cucina.
  • Nel frattempo preparate i crostini, con il procedimento che vi ho descritto qui. Unica differenza: anziché l'aglio fresco grattugiato, aggiungete una bella dose di cipolla in polvere. Io ne ho messa davvero tanta, e comunque non erano molto forti. Piuttosto non esagerate con il sale alle erbe: i "ciccioli", essendo fatti di lardo e non del grasso "semplice", sono di per se molto salati.Lasciatelo imbiondire un po', quindi spegnete il fuoco, e scolateli su una carta da cucina.
  • Una volta che avrete tutti gli ingredienti, uniteli nell'insalatiera. Non aggiungete sale o pepe, ma appena un velo di olio Dante Condisano (lo so, dire "sano" vicino a questa ricetta fa un po' ridere, ma secondo me é un olio davvero straordinario, che esalta ogni piatto!).
...buon appetito e buona digestione!

Due avvertenze prima di lasciarvi: i "ciccioli", a parer mio, sono deliziosi. Sia nella versione classica che in questa (decisamente più veloce, e molto più saporita), e uno tira letteralmente l'altro... Ma non abusatene! Anche perché tendono davvero a stufare, dopo un po'! E il vostro fegato vi ringrazierà!

Altra cosetta: smaltite correttamente il grasso delle fritture, anche se preparerete questa ricetta. Ogni comune smaltisce in modo differente questo tipo di rifiuti. Io l'ho fatto raffreddare e rassodare, quindi l'ho buttato nell'organico. Spero di aver fatto bene!

Detto ciò, un saluto, a presto, con altre ricette molto più salutari!

 

10 gennaio 2013

Mega Cheeseburger

Buonasera a tutti!

Come sta procedendo la settimana? La mia un po' forzata, ma mi consola il fatto che la domenica si avvicina...

Questa sera volevo mostrarvi quello che ho preparato ieri per me e il moroso: poiché nessuno dei due aveva voglia di mettersi ai fornelli o di uscire, ci siamo "sparati" due Mega Cheeseburger!

In mio aiuto sono venute le fettine all'Emmental di Inalpi. Infatti, solitamente quando preparo un panino così "ricco", il sapore del formaggio si perde nell'amalgama. In questo caso non é successo, e le sottilette si sono si sciolte piacevolmente nel panino, ma lasciandolo ben saporito.

Ecco gli ingredienti per ogni Cheeseburger:

  • 1 panino per hamburger;
  • 1 hamburger di carne bovina;
  • 2 fettine Inalpi all'Emmental;
  • Alcune foglie di insalata;
  • Sale aromatico q.b.;
  • Big 2 ketchup e maionese Sasso.
Preparazione:

  • Tagliare a metà il panino.
  • Spremete su una metà un po' di Big 2 Sasso.
  • Mettete sulla salsa un fettina e alcune foglie di insalata.
  • Cuocete l'hamburger. Io l'ho preparato nel forno, lasciandolo cuocere a 200 gradi per una ventina di minuti, senza condimenti. Mi sono limitata a salare verso la fine della cottura.
  • Mettete la carne nel panino, e ricoprite con un'altra fettina.
  • Spremete un'ultima goccia di salsa, e chiudete il pane.

É una preparazione veloce, golosa, ed apprezzatissima sia da grandi che da piccini. E la differenza l'hanno davvero fatta le Fettine Inalpi!

Prima di salutarvi, un'utile indicazione: sul Blog di Kreattiva é iniziata la 3 Edizione di Fatti Conoscere, un'occasione fantastica per conoscere tantissimi blog e blogger! Inoltre, se non avete un blog ma una pagina facebook, Kreattiva ha creato un evento ad hoc sulla propria pagina facebook.. Un'occasione quindi da non perdere! Io partecipo dalla prima edizione, e devo dire di aver scoperto tantissime amiche!

Con questo vi saluto davvero, e vi do appuntamento a quanto prima...

:-D