Lettori fissi

24 luglio 2016

Oltre il carrello... Verdevero

Salve a tutti, e ben ritrovati!
Oggi, per la rubrica "Oltre il carrello c'è di più" volevo parlarvi di uno store online da cui ho avuto il piacere di acquistare nelle scorse settimane.
  • Come si chiama e dove si trova?

Lo store è Verdevero.it, raggiungibile al sito www.verdevero.it.
  • Che cosa vende?

Verdevero si occupa principalmente di detersivi biologici e biodegradabili.
  • Pagamento e spedizione?

Verdevero accetta come pagamento tutte le carte di credito del circuito Visa e Mastercard, i bancomat  e le prepagate Maestro e Electron, Paypal e bonifico bancario. E' possibile pagare in contrassegno con una spesa aggiuntiva di 4,50 €.
L'ordine viene normalmente spedito entro 2 giorni lavorativi, tramite corriere. La ditta si impegna ad avvisare il cliente quando la merce lascia i proprio magazzini per la presa in carico da parte del corriere. Le spese di spedizione ammontano a 9,15 € per ordini di entità inferiore ai 39,90 €, dopo di che il trasporto sarà gratuito.
  • Cosa ho comprato?

Alcuni mesi fa mi sono iscritta alla newsletter di Verdevero, e su di una di esse ho ricevuto un'interessante offerta: un kit semestrale di detersivo ecologico per ricreare in casa il proprio "negozio alla spina". Per la cifra di 68,00 € ho quindi acquistato 3 taniche da 5 litri ciascuna di detersivo ecologico (per piatti a mano, per bucato, multiuso), i 3 bocchettoni per creare appunto la "spina", i 3 flaconi vuoti da riempire col detersivo sfuso, le etichette adesive da apporre sui flaconi con denominazione e inci del detersivo contenuto, un panno di microfibra e un fascicoletto di consigli su pulizia e cura della casa dal titolo "La rivoluzione delle pulizie".
  • Le mie considerazioni

Premetto che le considerazioni si baseranno solo sull'acquisto fatto e non sull'effettiva efficacia dei prodotti, che devo ancora testare a sufficienza. Per quanto riguarda la gestione della spesa fatta, sono soddisfatta. Ho fatto l'ordine una domenica mattina, di quelle con il "paypal facile". Registrarmi al sito ed acquistare il kit è stato semplice, non ho incontrato particolari difficoltà. L'ordine è stato evaso il giorno seguente, ed è stato recapitato dopo altri 3 giorni. Ho pagato con paypal, ed anche qui non ho incontrato particolari difficoltà. L'ordine è arrivato velocemente, tutto perfettamente imballato in una scatola che sembrava fatta ad hoc, di cartone robusto. All'interno, un biglietto a firma "Alessandro" (apprendo dal sito, responsabile di spedizione e logistica) si sincera delle condizioni del pacco, spronandomi a comunicare eventuali difetti ed anomalie riscontrati al ricevimento dell'ordine. Inoltre, il team ha aggiunto alcuni campioncini di prodotti ecobio beauty adatti a grandi e piccini. I prodotti ordinati sono arrivati in perfette condizioni. Ho inoltre particolarmente apprezzato che il panno in microfibra fosse di Eudorex, un brad che ho imparato ad amare e che utilizzo abitualmente e che ritengo sinonimo di affidabilità (potete leggere qui la mia collaborazione con loro).
  • Consigliato?
Si, ripongo molta fiducia in questa azienda, una di quelle che "ci mette la faccia" e crede nel lavoro che fa. La cura e la dedizione che utilizza è evidente anche nelle piccole cose (il biglietto all'interno del pacchetto, i campioncini beauty... e la newsletter colloquiale con cui il co-fondatore Fabrizio offre spunti di riflessione sul mondo dell'eco-bio e vantaggiose offerte commerciali...). Naturalmente non posso ancora promuoverla in pieno finché non avrò testato per bene i loro prodotti, ma già da ora sono già ottimista di non ricevere brutte sorprese!

Conoscete Verdevero, o comunque utilizzate già prodotti per la casa eco-bio? Se vorrete condividere le vostre esperienze in un commento, ne sarei davvero entusiasta!
Per ora vi saluto, e vi dò appuntamento a presto!




11 luglio 2016

Caesar Salad... a modo mio! ;-)

Salve a tutti, splendidi...
...e una bellissima settimana!

Archiviati anche gli Europei (che ne dite della vittoria del Portogallo? Soddisfatti?) oggi avevo una gran voglia di una Caesar Salad... che credevo fosse una specialità francese! Invece girovagando nel web ho visto che si tratta di un piatto statunitense! Ad ogni modo, ho anche notato che la ricetta prevedeva, oltre l'insalata e il petto di pollo, anche insalata e crostini... quindi ho deciso, al mio solito, di semplificare al massimo la preparazione. Anche per venire incontro al caldo soffocante che davvero non mi sta dando tregua in questi giorni!


Ecco dunque gli ingredienti per 2 persone:
  • 1 busta di insalata iceberg;
  • 1 pomodoro insalataro;
  • 2 fette di petto di tacchino;
  • 1 lime;
  • Salsa Honey Mustard Delevey;
  • olio di semi di girasole;
  • sale.

Ed ecco la mia preparazione:
  • Innanzitutto ho spremuto il lime, e l'ho unito con un pizzico di sale e dell'olio di semi di girasole. Vi ho immerso le fettine di tacchino e ho lasciato macerare per circa un'ora.
  • Nel frattempo ho lavato e asciugato l'insalata e il pomodoro, quindi ho affettato finemente quest'ultimo e li ho mescolati, condendoli con un pizzico di sale e poco olio.
  • Quindi ho riscaldato un filo di olio in una padella antiaderente, ed ho cotto le bistecche di petto di tacchino. La marinatura nel lime rende la carne tenera e dal gusto molto fresco.
  • Ho quindi tagliato la carne in striscioline, e l'ho adagiata sopra la verdura. 
  • Quindi ho condito il tutto con la deliziosa salsa Delevey Honey Mustard.
Insomma, un'alternativa fresca, leggera ma comunque golosa, alla classica Caesar!
Con questo vi saluto, e vi do appuntamento a presto!

9 luglio 2016

Ahi ahi Avon, che combini? Avon Advance Techniques Dry Shampoo

Scusate, cari amici, la latitanza... ma il caldo è soffocante, ed anche accendere il portatile risulta fastidioso...
Oggi vi presento la recensione beauty che avevo pensato per lunedì scorso. 
  • Cos'è?

Il prodotto di oggi è Avon Advance Techniques Dry Shampoo
  • Dove l'ho preso?

Come sapete, se vi è mai capitato di leggere questo blog, mia sorella è Presentatrice Avon. Quindi l'ho acquistato da lei alcune Campagne fa.
  • Cosa c'è dentro?

Purtroppo non riesco a reperire l'inci navigando nel web. Non ci provo neppure a ricopiarvelo, farei solo casini. Forse riuscirete a leggerlo all'incirca nella foto che vi allego. Ad ogni modo, vi dico già che non si tratta di un prodotto "verde".
  • Come lo uso?

Seguendo ciò che viene riportato da Avon, il prodotto va spruzzato a 15-20 cm dalla radice dei capelli, massaggiando la testa coi polpastrelli per distribuire lo shampoo, lasciandolo poi agire per alcuni minuti. Quindi l'eccesso di prodotto va rimosso spazzolando i capelli. 
  • Com'è?

L'Avon Advance Techniques Dry Shampoo si acquista in flacone spray, da 150 ml. Il barattolo metallico ha un bel colore nero, elegante, su cui spiccano le scritte in argento, nonché sul davanti due fasce colorate, una in rosa e una in arancione. Il prodotto ha un buon profumo, lo stesso che accomuna tutta la linea Advance Techniques di Avon. 
  • Cosa ne penso?

Ho acquistato Avon Advance Techniques Dry Shampoo attratta dalle descrizioni del catalogo, che promette di ravvivare i capelli eliminando l'unto in eccesso. Vista la calda stagione che stiamo attraversando (nonché il fatto che per lavoro io debba indossare costantemente una cuffietta che fa sudare la cute) sono rimasta immediatamente ingolosita. Avevo poi letto alcune recensioni di prodotti simili nel web, quindi mi sono lasciata tentare, complice anche l'offerta del Catalogo (non ricordo la cifra esatta, ma ho pagato circa 3 €). Appena arrivato il prodotto, ho fatto una prima prova. Lo spray è incolore, vagamente bagnaticcio. Immaginavo che dalla bomboletta sarebbe uscita una polvere, che avrebbe attratto il sebo in eccesso, ma è andata ben diversamente. I capelli non solo non apparivano più puliti, ma anzi erano appesantiti ed appiccicati alla testa. Anche il profumo, che normalmente apprezzo dei prodotti Advance Techniques, mi ha quasi dato un senso di nausea, tanto era forte e "appiccicato" addosso. Non so, magari il mio prodotto era difettoso, fatto sta che lo trovo inutile e quassi controproducente.
  • Consigliato?

Assolutamente no. Desidero ancora trovare uno shampoo secco, perché sono sicura che potrebbe aiutarmi a "darmni un'aggiustata" dopo essere uscita dal lavoro, specialmente l'estate. Ma certo non ripeterò questo acquisto... Mi spiace Avon, ma questa volta hai proprio toppato! :-(

E voi? Conoscete questo prodotto? O ne avete uno simile da consigliami?
Con questo interrogativo vi saluto, e vi auguro buon weekend, e a presto!


4 luglio 2016

And the winner is...

Salve a tutti!
No, non sono sparita di nuovo, ma sono stata "vittima" del mix esplosivo "caldo-superlavoro-nevralgia da aria condizionata"... e riesco solo ora a pubblicare il nome del vincitore del mio giveaway...


Innanzitutto, volevo ringraziarvi tutte per aver partecipato... Avrei voluto poter fare un regalino a tutte! Vorrei ripetere quanto prima questa piccola esperienza, per poter conoscere alcuni nuovi amici, e spedire altri pacchettini in giro per l'Italia!

Come da regolamento, ho estratto tramite il sito random.org...


...ed ecco a chi appartiene il commento n. 2...


...cara Fiordicollina, complimenti! Sei la vincitrice del mio piccolo premio! Attendo un tuo messaggio alla mia mail d.maestrelli@gmail.com con l'indirizzato a cui inviare il pacchettino... 

A tutte le altre partecipanti, mando un grosso abbraccio, sperando di continuare a leggersi sulle mie pagine, e sulle vostre...
E, a tutti... buona serata e a presto!


25 giugno 2016

Torta svelta cioccomenta...

...e che il weekend abbia inizio!
Salve a tutti, e buon sabato...
Oggi volevo proporvi una torta veloce, golosa e fresca che darà una scossa alle vostre colazioni: una Torta Cioccomenta, velocissima da fare, e da spazzolare! Si tratta di una classica torta 7 vasetti, con un paio di ingredienti che faranno davvero la differenza! Per i pochissimi che non dovessero saperlo, la torta 7 vasetti è quella in cui il vasetto di yogurt che deciderete di utilizzare farà da dosatore per le quantità di tutti gli altri ingredienti. Ecco quindi ciò che ho utilizzato:
  • 1 vasetto di yogurt greco magro;
  • 1 vasetto di zucchero;
  • 3 uova;
  • 1 vasetto di olio di semi di girasole;
  • 3 vasetti di farina di farro;
  • 1/2 bustina di lievito;
  • 1 vasetto di sciroppo alla menta;
  • 125 gr di gocce di cioccolato.
Ed ecco la sveltissima preparazione:
  • Ho mescolato in una ciotola capiente lo yogurt, lo zucchero, le uova, l'olio, la farina mischiata allo lievito e lo sciroppo, amalgamandolo a lungo con lo sbattitore elettrico.
  • Ho aggiunto quindi le gocce di cioccolato, e le ho unite mescolando con una spatola.
  • Ho foderato due teglie di carta da forno, e le ho cotte in forno preriscaldato a 170° per circa 45', facendo la prova stecchino prima di sfornare.
  • Volendo, potete spolverare con dello zucchero a velo, o coprire con della glassa al cioccolato.
E' un dolce veloce da fare, ma di sicuro effetto grazie al colore brillante che non potrà non attirare adulti, ma soprattutto bambini. Poi, essendo una modificazione della classica torta di yogurt è un dolce che si presta bene per colazioni e merende, certamente più salutare dei classici dolci preconfezionati, ma altrettanto goloso! Inoltre, il gusto della menta nella torta è ben percepito, ma non troppo forte. Adatto, quindi, anche a chi non impazzisce per questo sapore.

Ancora, ne approfitto per ricordarvi la piccola iniziativa organizzata dal mio blog... se volete partceipare e non l'avete ancora fatto, potete cliccare sul banner qui sotto, e commentare il post che vi si aprirà...


Sperando di avervi dato anche oggi un utile consiglio, vi auguro un buon weekend e... a presto...

23 giugno 2016

Una dolce soddisfazione per me!

Salve a tutti...

questa sera volevo mostrarvi il bellissimo premio ricevuto da Emanuela e dal suo blog Dolci Ricette, per essere stata scelta fra le ricette vincitrici del suo contest di compleanno "I Dolci della Nonna".
Velocissimo, grazie anche allo sponsor dell'iniziativa Decora, che ha messo a disposizione i premi per i vincitori, è giunto a casa mia ieri pomeriggio un voluminoso pacco.


E, all'interno... lo splendido Gift Pack Kit Sweet Chocolate! Un kit professionale per creare deliziosi cioccolatini, che non vedo l'ora di inaugurare... beh, ovviamente lo farò non appena le temperature saranno meno torride!


Ringrazio ancora di cuore Emanuela per avermi ritenuta meritevole di questo delizioso, e vi do appuntamento a presto...

Ps: se volete, e non lo avete ancora fatto, potete partecipare al mio piccolo giveaway... vi basterà cliccare il banner sotto, e lasciare un commento al post  che vi si aprirà..

21 giugno 2016

Siamo tutti da... Psychiatric Circus!

Io non amo molto il circo. Gli animali mi mettono tristezza, i trapezisti mi procurano un senso d'ansia, i clown mi angosciano, con i loro faccioni dipinti di allegria artificiale.
Però, domenica sera ho letteralmente adorato lo Psychiatric Circus!

Non è, come è logico, un normale circo. Si tratta invece di uno spettacolo ambientato sì sotto il classico tendone, ma che ci trasporta in un manicomio degli anni 50, gestito da un medico esorcista, coadiuvato da un gruppo di suore. I pazienti classici ci sono tutti: il domatore con la fobia degli animali, il clown sboccato e crudele, l'intrattenitore con l'amico immaginario... Insomma, un variegato nonché verosimile panorama della fauna di una vera clinica psichiatrica.

Ispirato liberamente ad American Horror Story, lo Psychiatric Circus avviluppa più che per la "trama" per la bravura degli artisti, che intrattengono il pubblico con gag cabarettistiche accompagnate da giochi di giocoleria e spettacoli acrobatici davvero godibili. Qualche momento più serio c'è, in cui è più facile abbandonarsi alla riflessione, ma sempre assistendo alle ottime performance fisiche di ballerine e acrobati.

Fortissimo è il coinvolgimento del pubblico, con cui i "pazienti" interagiscono per tutta la durata dello spettacolo, trattandoli quasi come loro pari, cioè dei matti appena internati.
Insomma, una serata diversa, che mi divertito e affascinato, e che mi ha lasciato la voglia di assistere ad altri spettacoli di questi bravissimi artisti.

Lo spettacolo è in turnee da oltre un anno, quindi forse qualcuno di voi ha già assistito ad una di queste serate. Per chi fosse interessato, ecco le prossime date:
Trento, fino al 27 luglio;
Bolzano, 1-10 luglio;
Rovereto, 14-17 luglio;
Rimini, 3-27 agosto.






Le immagini sono tratte dalla pagina facebook ufficiale Psychiatric - durante lo spettacolo è vietato fare fotografie.