Lettori fissi

21 giugno 2015

Ben arrivata, estate!

Ben trovati a tutti, e a tutti uno SPLENDIDO INIZIO D'ESTATE!


Dopo innumerevole tempo, la voglia di risedermi dietro al pc è stata tanta, sia per scrivere queste parole, che per riuscire a passare almeno su alcuni dei vostri splendidi blog... e ogni volta che leggo i vostri bei post è un po' come risentire le parole di un amico che non frequentavo da tempo.
E a darmi questa rinnovata voglia è... l'ESTATE!

Sarò meteoropatica? Forse.
Per oggi, però, voglio limitarmi a godere della splendida giornata che ho trascorso, complici il Moroso e il bel tempo.
In realtà il mio weekend è iniziato già ieri, grazie ad alcune ore di recupero al lavoro, grazie a cui ho potuto avere il sabato pomeriggio libero. E ne ho approfittato per visitare le Feste Vigiliane.
Si tratta delle feste dedicate al patrono di Trento, San Vigilio. Di solito i festeggiamenti durano circa una settimana, e sono costellati da vari eventi, fra cui la Notte Bianca (che si è tenuta ieri sera), la Zatterata sul fiume Adige (in cui si sfidano i vari sobborghi e rioni) e la Disfida dei Ciusi e dei Gobi (il clou delle feste, una sfida farsesca che affonda le sue radici nella notte dei tempi, per la conquista della sospirata polenta).

Io in realtà sono rientrata a casa nel tardo pomeriggio, ma ho comunque potuto visitare il mercatino dell'artigianato e quello dei Gaudenti (ovvero delle pulci), ma soprattutto assistere alla gara degli intagliatori di legno.








Oggi, invece, ho fatto un giretto col Moroso in Veneto, nella zona di Affi.


E in serata, ho aperto ufficialmente la stagione del Couscous. Un piatto che adoro, e che cucino molto più spesso delle pasta o del risotto. Non ho una ricetta esclusiva. Talvolta mi limito, come oggi, a cuocerlo e poi a condirlo "a freddo" con piselli, pomodori secchi sottolio e formaggio a dadini. Comunque, una prelibatezza...

Infine, sapete chi vi manda un grosso abbraccio?
Esatto, il vostro a-micio, il gatto Lauro!

Con lui vi saluto, e assieme vi rinnoviamo i nostri auguri per un bellissimo inizio d'estate!







4 maggio 2015

La Tartaruga che cambia...

Salve a tutti, e buon maggio!

Come procede la vostra vita? La mia sempre più incasinata, divisa fra il lavoro, la famiglia (con nonna che non sta bene, e un baby nipotino piagnucolone da coccolare) e naturalmente... la casa!
Anche il mio piccolo blog sta cambiando. Negli ultimi mesi ha zigzaggato abbondantemente sul bordo del baratro, ma ora sta rinascendo, anche se sotto una luce diversa.

Meno ricette, meno recensioni... ma tante parole!
Perché spesso, la sera, non si ha voglia di mettersi ai fornelli, o di scrivere parole che poi si rivelano forzate, ma si diventa chiacchierine!

Ed è per questo che i post diventeranno più fluidi, una discussione che spero possa creare quel bel clima da salotto che adoro... insomma, mi piacerebbe proprio riuscire a scambiare qualche bella parola fra amici!

Questo post ha solo lo scopo di mettere una boa, un paletto attorno a cui questa piccola, pazza Tartaruga sta cercando di girare, per ricominciare con una nuova grinta.

Un bacio a tutti, e ci rileggiamo fra pochissimo...

20 aprile 2015

Lodi Grana... che bella scoperta!

Ciao a tutti, e che sia per tutti una splendida settimana!
Oggi volevo parlarvi di una ditta con cui ho il piacere di collaborare: Lodigrana Bella Lodi.
Bella Lodi é prodotto da un solo antico caseificio di tradizione secolare, in un comune del Parco Adda Sud. Il suo colore é bianco, in contrasto con la caratteristica crosta nera, il profumo é intenso e fragrante, ma soprattutto il suo sapore é pieno, ma non piccante né troppo salato.
Il latte viene raccolto in maniera "sostenibile", e proviene solo da allevamenti vicini. La qualità é garanzia per il consumatore. Bella Lodi ha una qualità altissima, proprio perché prodotta con latte proveniente da una zona ristretta e ben delineata, a ciclo produttivo certificato, da mucche nutrite esclusivamente con foraggi di origine vegetale.
Bella Lodi é naturalmente privo di lattosio. Importantissimo per tutti gli intolleranti, la grana di Bella Lodi è sinonimo di genuinità. Proprio per questa fama e per le sue caratteristiche nutrizionali, Bella Lodi è riconosciuto come alimento ad alta digeribilità, adatto a tutti e particolarmente indicato nell'alimentazione di bambini e persone anziane.
Oltre al formaggio dalla tipica crosta nera, che potete trovare in spicchi o grattuggiato, Lodi Grana ha creato la tipica Raspadura. La forma di Bella Lodi ancora giovane viene sfogliata a mano da un esperto casaro attraverso l'antica tecnica della “raspa”, che prevede l'utilizzo di una particolare lama per ottenere soffici sfoglie, lunghe e compatte.
Il prodotto ottenuto sono le tipiche sfoglie soffici e leggere, che si sciolgono in bocca esaltando tutte le caratteristiche del Bella Lodi. Il suo sapore unico e delicato, rende la Raspadura perfetta per molteplici utilizzi: da sola o come accompagnamento, è il tocco in più per impreziosire ogni piatto.
Ed ecco che Lodi Grana ci dona un'altra entusiasmante novità: Gran Natura. Oltre ad essere, come gli altri prodotti Lodi Grana, naturalmente privo di lattosio, Gran Natura é adatto anche vegetariani, poiché prodotto con caglio vegetale.Io l'ho utilizzata per preparare un piatto il giorno di Pasqua: cicoria e uova strapazzate, impreziosite da sfoglie di Raspadura Lodi Grana. Ottimo per il palato, ed eccezionale agli occhi! Un leggero strato di Raspadura ha impreziosito il mio piatto rendendolo addirittura sublime.
Insomma, Lodi Grana é sinonimo di gusto e qualità, un sapore pieno adatto a tutti, a chi ha problemi di intolleranze, a piccini e ad anziani, ed anche ai vegetariani!
Ringrazio vivamente la ditta Lodi Grana per avermi dato l'opportunità di provare i suoi splendidi prodotti, che spero davvero di riuscire a trovare nei supermercati della mia zona, e vi dò appuntamento al prossimo post...

2 aprile 2015

Arrivano i pacchetti dello Swapasqua...che sorprese!

Buongiorno a tutti!

Innanzitutto chiedo nuovamente scusa per la lunga assenza dal blog, dovuta spesso ad una line a internet talmente altalenante da far passare completamente la voglia di mettersi a combattere al pc o al l'ipad dopo una stressante giornata di lavoro..

Comunque, non ci crederete, ho già diversi post che aspettando solo di essere sistemati e di essere editati, riguardanti gustose collaborazioni e interessanti iniziative...

Ma prima ritengo doveroso, anche in previsione dell'imminente Pasqua, mostrarvi i due splendidi pensieri che ho ricevuto in occasione dello Swapasqua organizzato dalla vulcanica Fiore.

Io ho aderito a tutti e tre i gruppi che Fiore ha organizzato, cioè ho scelto di spedire un pensiero handmade, uno acquistato, e dei biglietti di auguri. Per amplificare l'effetto sorpresa, ho ricevuto i nomi delle persone a cui dicevo inviare, ma non di quelle da cui avrei ricevuto.

Siccome non sono sicura che entrambi i miei pacchetti siano arrivati ancora a destinazione, ed uguale dicasi per i biglietti, oggi vi mostrerò solo gli swap ricevuti.

Nel gruppo A ho ricevuto il dono di Maestra Ami, che ha confezionato una splendida scatolina di legno decorata con un coniglietto e tante uova, ed una coloratissima taschina in jeans anch'essa rappresentante un coniglio.

Per quanto riguarda il gruppo B, sono stata abbinata direttamente a Fiore, che mi ha donato un morbido cuore decorato con l'immagine di un coniglio e dei cuori, un pensiero acquistato, anche se fatto anche questa volta a mano. Mi ha spedito anche un dolcissimo biglietto e dei cioccolatini.

Che dire, se non che adoro gli swap, e ogni volta che arriva a casa uno di questi pacchetti é una festa?

Sperando di non rileggerci troppo avanti, un abbraccio...

 

8 marzo 2015

Buon 8 marzo e... la swap mania continua!

Buongiorno a tutti, e una splendida serata!

Al mio solito arrivo in super ritardo per augurare a tutte le signore e signorine che seguono il blog una SPLENDIDA FESTA DELLA DONNA, ma a mia discolpa posso solo dire che ero fuori casa per un week end romantico con il Moroso, e che non avevo modo di scrivervi i miei auguri... spero comunque che abbiate potuto trascorrere una bellissima giornata, indipendentemente da quanto crediate o meno a questa ricorrenza!


Ad ogni modo, oggi sono qui per condividere con voi l'ultima splendida iniziativa di Fiore, del blog Casalinga per caso: lo Swapasqua!

Come per lo swap Noel, è possibile partecipare iscrivendosi a tre gruppi distinti: inviando al proprio abbinato un dono handmade, oppure inviando qualcosa di acquistato, o per finire partecipare con dei bigliettini di auguri. La novità dello swap di Pasqua consiste però nell'essere uno swap "a sorpresa": si conosce cioè il nome di chi che riceverà il nostro dono, ma non quello di colui che ci invierà il proprio pensiero!

Io mi sono iscritta a tutti e tre i gruppi.. ormai sono assuefatta agli swap di Fiore! Spero che vi iscriviate numerosi... c'è tempo fino al 15 marzo!

Con questo vi saluto, e vi dò appuntamento al prossimo post...

2 marzo 2015

Che meraviglia, gli swap di Fiore!

Buongiorno a tutti...

E buon marzo! Finalmente febbraio è finito, con il suo noioso strascico di influenze e il lavoro ancora troppo pesante. Al solito il tempo che riesco a dedicare al blog è tragicamente poco, ma forse riuscirò a scrivere un po' nei prossimi giorni, giacché potrò godere di un paio di giorni di ferie.


Oggi volevo mostrarvi il risultato dello swap dei cuori organizzato da Fioredicollina del blog Casalinga per Caso.

Sono stata accoppiata a Carmela e Davide, del blog Pyros & Patch. Due mostri di bravura, vi consiglio di cuore di fare un giro fra i loro lavori, se ancora non li conoscete. 

Io ho preparato e spedito loro una ghirlanda ricca di cuoricini e con due colorati gufi in feltro, tutti realizzati grazie alla Bigshot. Inoltre ho aggiunto una cioccolata al cocco.

Il pacco che mi hanno inviato Carmela e Davide è stato davvero una sorpresa fantastica!

Oltre ad una cioccolata di Modica alla vaniglia (di cui anche il Moroso è ghiottissimo!) e ad un gessetto a forma di cuore color lilla, splendidamente colorato e impacchettato, mi hanno inviato una meravigliosa collana realizzata completamente a mano. Si tratta di un gioiello davvero bello, in cui il pezzo forte è costituito da un grosso ciondolo di legno tornito, e delle perle all'uncinetto decorate con perline trasparenti. Naturalmente tutto fatto a mano! Credo che potrà dare il meglio di se quest'estate, magari al mare, per impreziosire un abito estivo.

Purtroppo, nella fotografia manca il piccolo cuore... sbadatamente l'ho lasciato a casa di mia sorella...

Che dire, se non grazie mille a Fiore, per le sue iniziative esplosive, e a Carmela e Davide per il loro magnifico swap?

Sperando di rileggervi presto, un abbraccio..

17 febbraio 2015

Caccavella ricca con polpette

Buongiorno a tutti...

Oggi, quasi fuori tempo massimo, volevo mostrarvi la ricetta che ho pensato per il contest di compleanno "la vita é bella se cucini la Caccavella " di Celiaca per Amore .

Si tratta di un contest completamente gluten free, che ha come fulcro la strepitosa Caccavella senza glutine de La Fabbrica della Pasta. Un formato particolarissimo, che mi ha sempre incuriosito ma che non avevo mai provato provato.

In sincerità, devo ammettere che mi ha messa un po' in difficoltà questo tipo di pasta. A differenza di tanti altri tipi di pasta "simili" che avevo provato, le Caccavelle sono davvero grandi, profonde, e abbisognano di tantissimo ripieno...

Per questo motivo, mi ci é voluto tanto tempo per preparare il post. Al mio solito, si tratta di una ricetta semplice, molto veloce da preparare, ma anche molto gustosa. Tutti gli ingredienti utilizzati sono, naturalmente, gluten free.

Ecco come ho preparato le mie Caccavelle ricche con polpette.

Ecco gli ingredienti che ho utilizzato:

  • 4 Caccavelle;
  • 400 gr di macinato misto;
  • 1 uovo;
  • 100 gr di provolone dolce;
  • 220 gr di salsa di pomodoro con datterini;
  • Farina di riso;
  • 1 fettina di lardo;
  • Olio EVO;
  • Sale;
  • Pepe;
  • Dado granulare.

Ed ecco come ho preparato il piatto:

Innanzitutto ho preparato le polpettine. Ho mescolato il macinato con l'uovo, un pizzico di sale e uno di pepe. Ho spolverato con il provolone grattuggiato e ho amalgamato bene con le mani. Per asciugare la carne ho aggiunto un paio di cucchiai di farina di riso.

Ho formato delle polpettine poco più grandi di una nocciola, e sono passata alla cottura. Una metà le ho passate in padella, soffritte in un trito di lardo affettato finemente e una minima spolverata di dado granulare.

In un'altra padella ho fatto scaldare la salsa di pomodori datterini, aggiungendo un filo di olio EVO e un pizzico di sale. In questa salsa ho messo a cuocere le altre polpette.

Nel frattempo ho messo a scaldare l'acqua per le Caccavelle, che ho lasciato sbollentare per una quindicina di minuti come indicato sulla confezione. Quindi ho riempito ogni Caccavella con delle polpette. Sotto quelle bianche, sopra le rosse. Ho tagliuzzato sopra un po' di provolone e ho infornato finché il formaggio non si é sciolto.

Ho servito le Caccavelle decorando il piatto con alcune polpette e dei pomodorini.

Allora, che ve ne pare? Vi assicuro che si tratta di una ricetta gustosissima, non molto leggera, ma adatta ad un pranzo della domenica o a una giornata carnevalesca come oggi.

Con questo vi saluto, e vi auguro uno splendido martedì grasso!

A presto...

 

Con questa ricetta partecipo al contest "la vita é bella (se cucini la Caccavella)" di Celiaca per amore.

 

1 febbraio 2015

Ti consiglio un film *speciale San Valentino*: Warm Bodies

Buongiorno a tutti, e buon inizio di febbraio...

Febbraio, oltre ad essere il mese più corto dell'anno, é anche particolarmente festaiolo, accogliendo in se sia il carnevale che la festa degli innamorati. Poiché sapete che io adoro ogni tipo di festa (con relativi festeggiamenti...) oggi volevo consigliarvi un film che potrete godervi proprio il 14, per festeggiare assieme alla vostra dolce metà.

Si tratta di Warm Bodies - L'amore prende vita.

La trama in breve: in un ipotetico futuro (anche se non troppo distante...) la razza umana é stata decimata da un virus che ha trasformato gli uomini in zombie. I pochi sopravvissuti vivono in "riserve", difendendosi con le unghie e coi denti dagli attacchi dei famelici non morti.

No, so che detta così sembra più uno "speciale Halloween", ma andiamo avanti...

Fra gli zombie c'é R, voce narrante di tutta la vicenda, il cui enorme rammarico é proprio quello della perduta umanità. Un'occasione di riscatto però gli si presenta quando incontra Julie, la fidanzata di una delle sue giovani vittime. Così i due mondi si incontrano, e si incrociano. R aiuta la ragazza a sopravvivere nel "campo base" degli zombie, e lei lo riporta con la memoria a prima del virus, dando vita in qualche modo una sua redenzione.

Ma può R (e con lui anche gli altri Non-morti) tornare dall'oblio? E gli esseri umani saranno in grado di accettarlo?

Warm Bodies non é, ovviamente, una storia horror. Ma piuttosto una bella favola romantica, che ci fa riflettere su quali possano essere i limiti di una relazione, e quanto l'incomunicabilità sia un peso nei rapporti. Inoltre, é interessante anche vedere i rapporti fra i diversi gruppi: fra zombie e zombie, fra umani e zombie, e fra umani e umani.

Titolo originale Warm Bodies

  • Paese di produzione USA
  • Anno 2013
  • Durata 97 min
  • Genere sentimentale, commedia, orrore
  • Regia Jonathan Levine

Interpreti e personaggi

  • Nicholas Hoult: R
  • Teresa Palmer: Julie Grigio
  • Dave Franco: Perry Kelvin
  • John Malkovich: generale Grigio
  • Analeigh Tipton: Nora
  • Rob Corddry: M / Marcus

Conoscevate già questo film? Sperando di avervi incuriosito, vi attendò domani per altri consigli... Pieni di ammmore!

 

12 gennaio 2015

Dove andiamo oggi? Ad Abano Terme!

Buongiorno a tutti, e buon inizio di settimana...

Sono diversi giorni che non ci sentiamo, anche se io continuo diligentemente a seguire gran parte dei vostri blog (e se riesco anche a commentarli...). Purtroppo spesso il lavoro mi tiene lontana da queste paginette virtuali, nonché dai miei variegati hobby, anche se devo ammettere che in questi giorni si é messo di mezzo anche un viaggettino romantico da cui sono appena tornata. E di cui vi volevo parlare, così sarà come se vi avessi portati tutti assieme a me. E nel contempo anche darvi qualche bella "dritta" per una delle vostre prossime vacanze...

  • Dove andiamo oggi?

Oggi vi porto tutti ad Abano Terme. Dovete sapere che l'anno scorso, in occasione del nostro anniversario, regalai al Moroso il cofanetto Smartbox "Deliziosa evasione", che prevedeva (per la cifra di 69,90 €), un pernottamento, una cena e una colazione per due persone in una delle strutture convenzionate. Poiché siamo tutti e due reduci da una noiosa influenza, abbiamo approfittato del primo sabato pomeriggio libero per usufruire della promozione, e la scelta é caduta proprio su questa bella cittadina termale, che avevamo avuto modo di conoscere quest'estate, e che dista meno di due ore da casa nostra, a Pergine Valsugana. Inoltre, come bonus extra, abbiamo avuto libero accesso alle piscine termali.

  • Dove alloggiamo?

Abbiamo prenotato il nostro soggiorno all'Alexander Palace. Si tratta di un prestigioso hotel 4 stelle nella zona centrale di Abano, a veramente due passi dal centro pedonale della città. L'hotel é grande e moderno, dotato di sale conferenze, parcheggio coperto nonché, naturalmente, piscine termali coperte e scoperte e SPA.

  • Che facciamo di bello?

In albergo, naturalmente, abbiamo approfittato dell'accesso alle piscine, per godere delle acque calde (anzi, caldissime... Circa 39 gradi!) e per rilassarci sui lettini, per poter godere al meglio degli effluvi termali. Con un sovrapprezzo avremmo comunque potuto avere accesso a percorsi della SPA (vari, a scelta fra grotta di sale, saune, messaggi) o al centro estetico (con vari trattamenti, dalla manicure alla depilazione) ma ci siamo limitati a rimanere in piscina.

In mattinata abbiamo potuto anche fare un giro per Abano Terme, una deliziosa cittadina a misura d'uomo, ricca di aree pedonali e zone a traffico limitato. Anche se siamo andati di domenica mattina, tutti i negozi erano aperti o stavano aprendo (poiché si tratta di un luogo turistico, i negozi tendono ad aprire più tardi al mattino, e a chiudere la sera tarda o a notte inoltrata!), ed abbiamo potuto godere dell'ultima aria natalizia, con delle bancarelle di prodotti tipici e vistose decorazioni lungo le strade.

Per tutti i golosi, consiglio una piccola deviazione per assaggiare i dolci di Dalla Bona, una splendida pasticceria che si trova a Montegrotto, piccolo centro ad appena due chilometri da Abano, in cui anche i palati più esigenti troveranno di che deliziarsi.

  • Come mi sono trovata?

Ve lo devo confessare? Benone!

Innanzitutto, abbiamo prenotato il soggiorno con grande comodità, direttamente sul sito di Smartbox. Stampate le ricevute, ci siamo presentati il sabato pomeriggio alla receptionist dell'Alexander Palace ed abbiamo fatto il ceck in in modo molto veloce, tanto che dopo neppure venti minuti eravamo già a scaldarci in piscina.

La cena é stata molto golosa ed abbondante. Dopo un ricchissimo antipasto a buffet (in cui si potevano gustare vari tipi di verdure fresche, nonché altri sfizi quali insalata russa, patate al pomodoro, broccoli gratinati, cous cous, lenticchie e cotechino...) abbiamo scelto la cena. Io ho optato per dei cannelloni, roast beef all'inglese e tiramisù, mentre il Moroso ha scelto risotto alla zucca, uova al tegamino con scaglie di grana e profitterole. Nel dopocena ci siamo concessi un caffè digestivo nel bar interno del l'hotel.

La stanza non era molto grande, ma molto comoda. Ben riscaldata (ma dotata di aria condizionata per l'estate) era dotata di TV e wifi gratuito.

Anche la colazione a buffet era parimenti abbondante, con brioches di vari tipi, torte, yogurt con cereali, pane tostato, affettati e formaggi. Oltre naturalmente succhi di frutta, the, caffè...

Il Check out é stato altrettanto veloce, abbiamo pagato come extra le bevande consumate durante la cena, i caffè del dopocena e la tassa di soggiorno. Quindi siamo usciti ed abbiamo visitato la bella Abano. Visto l'orario, comunque abbastanza mattiniero, la città era praticamente deserta, anche perché immersa in una nebbia che la rendeva spettrale e un po' angosciosa. Abbiamo comunque camminato per un paio d'ore, prima di andare in macchina a Montegrotto, alla pasticceria Dalla Bona, per un dolce spuntino prima di riprendere la strada di casa.

  • Consigliato?

C'é bisogno che ve lo dica? Assolutamente si, tanto che stiamo progettando di tornarci a breve, magari con degli amici.

Per ora invece vi saluto, sperando che questo piccolo reportage vi abbia interessato, e magari ispirato per le vostre prossime vacanze.

Le foto dell'Alexander Palace sono tratte dal loro sito internet.

 

6 gennaio 2015

É arrivata l'Epifania...

...che tutte le feste si porta via!

Eccoci quindi a tirare un po' le somme del periodo passato, a riporre le decorazioni, disfare l'albero... Per me, che lavoro in un negozio di alimentari, finalmente é giunto il momento di tirare il fiato dopo un periodo veramente stressante, fatto di orari impossibili e richieste assurde dei clienti.

Oggi, per concludere la parentesi delle feste natalizie, volevo mostrarvi i biglietti ricevuti grazie allo Swap Noel di Fioredicollina del blog Casalinga per Caso. Con alcuni dei partecipanti avevo già scambiato quest'estate delle cartoline, sempre grazie ad un'altro swap organizzato dalla brillante mente di Fiore. É stato davvero divertente, e sempre entusiasmante l'attesa "alla vecchie maniera" del postino, per sbirciare nella cassettina delle lettere, se c'era qualcosa per me..

Ecco dunque i biglietti che ho ricevuto. Io ne ho spediti 6, ed altrettanti me ne sono tornati indietro...

Innanzitutto devo ringraziare proprio Fiore, che nel suo biglietto, oltre agli auguri, ha scritto anche la bella poesia "Natale" di Giuseppe Ungaretti.

Dopo di lei, viene Stefano, del blog The Free Trees, che col biglietto mi ha spedito due splendidi fogli di adesivi con deliziose immagini natalizie dal gusto retrò, che ho diviso con mia madre che le adora.

Grazie anche all'ottima creatrice Veronica, de La città segreta, che nel suo biglietto ha scritto una splendida filastrocca.

Poi ringrazio Robby Roberta, del Mio Mondo, che ha creato dei simpaticissimi bigliettini con la fotografia della sua cagnolina Haydin in versione natalizia.

Poi grazie a Barbara, di Dammi 2 mani per creare, che ha preparato una bellissima cartolina dai toni invernali, con carta da pacco, spago e glitter celesti.

Infine, grazie davvero a Carmela e Davide, del blog Pyros & Patch, che hanno creato un biglietto con decoupage, e hanno unito al biglietto anche un segnalibro e un alberello 3D (l'unico che quest'anno ho allestito in casa mia..).

Che dire, se non grazie a tutti, a Fiore per le sue splendide iniziative e a coloro che hanno aderito così numerosi. Spero che l'anno prossimo si possa ripetere questa splendida esperienza, e che quest'anno possano sbocciare tante iniziative simili.

A prestissimo...

 

 

1 gennaio 2015

Pollo al curry super sprint... E ancora buon anno!

Salve a tutti, e buon anno!

Come avete trascorso questa notte, impegnati in danze e brindisi sfrenati, o avvolti dal calore della vostra famiglia? Avete indossato le tradizionali "mutande rosse", o avete preferito un intimo più audace?

Io come vi ho già accennato sono reduce da un brutto virus, quindi ho giusto atteso la mezzanotte per gli auguri di rito, fra colpi di tosse e soffiate di naso, a casa di alcuni amici. Tutti belli acciaccati. Comunque é stata una bella serata, che mi ha permesso di affrontare con brio l'inizio del nuovo anno.

Oggi volevo presentarvi una ricetta velocissima, gustosa e che vi costerà davvero poco. Si tratta di una "riedizione" del classico pollo al curry, che chiamerei Pollo al curry super sprint. Al posto del solito petto di pollo a cubetti, infatti, ho utilizzato del pollo che avevo preparato alcuni giorni fa per una Caesar Salad, poi non preparata. Aprendo il frigo, oggi, ho visto questa carne che mi stava fissando, un po' "moscetta", ed ho deciso di preparare un piatto un po' più gustoso.

Ecco gli ingredienti per 2 persone:

  • Tagliata di pollo già pronta (circa 300-400 gr);
  • 200 ml di latte di cocco;
  • 2 cucchiaini da the di curry in polvere;
  • 1 scatola piccola di piselli;
  • Olio EVO.

Facilissima la preparazione:

  • Ho messo in una pentola antiaderente un cucchiaio circa di olio EVO, e ho lasciato scaldare la carne a fuoco basso.
  • Nel frattempo ho preparato la salsa: ho messo in una ciotola il latte di cocco, ed ho mescolato bene la polvere di curry, fino ad ottenere una crema uniforme.
  • Ho aggiunto la crema alla carne, assieme ai piselli in scatola per "addolcire" la piccantezza del curry.
  • Come potete vedere si tratta di una ricetta davvero a basso costo, velocissima e davvero gustosa. Potete servire la carne così, con delle patate o del riso lessati.

E per dolce? Al discount DiPiù ho trovato uno splendido kit, pensato proprio per queste feste natalizie, per preparare a casa in pochi istanti dei piccoli cannoli siciliani. Come potete vedere, il set contiene 7 mini cialde, una confezione crema dolce di ricotta di pecora, nonché una palettina di plastica per riempire i cannoli. Io ho addolcito ulteriormente questo dolcetto, unendo alla ricotta un po' di crema Toffee di Lidl. Il risultato? Davvero da leccarsi i baffi!

Con questo vi saluto, e vi dò appuntamento a prestissimo..

Ancora buon anno!