Lettori fissi

17 febbraio 2015

Caccavella ricca con polpette

Buongiorno a tutti...

Oggi, quasi fuori tempo massimo, volevo mostrarvi la ricetta che ho pensato per il contest di compleanno "la vita é bella se cucini la Caccavella " di Celiaca per Amore .

Si tratta di un contest completamente gluten free, che ha come fulcro la strepitosa Caccavella senza glutine de La Fabbrica della Pasta. Un formato particolarissimo, che mi ha sempre incuriosito ma che non avevo mai provato provato.

In sincerità, devo ammettere che mi ha messa un po' in difficoltà questo tipo di pasta. A differenza di tanti altri tipi di pasta "simili" che avevo provato, le Caccavelle sono davvero grandi, profonde, e abbisognano di tantissimo ripieno...

Per questo motivo, mi ci é voluto tanto tempo per preparare il post. Al mio solito, si tratta di una ricetta semplice, molto veloce da preparare, ma anche molto gustosa. Tutti gli ingredienti utilizzati sono, naturalmente, gluten free.

Ecco come ho preparato le mie Caccavelle ricche con polpette.

Ecco gli ingredienti che ho utilizzato:

  • 4 Caccavelle;
  • 400 gr di macinato misto;
  • 1 uovo;
  • 100 gr di provolone dolce;
  • 220 gr di salsa di pomodoro con datterini;
  • Farina di riso;
  • 1 fettina di lardo;
  • Olio EVO;
  • Sale;
  • Pepe;
  • Dado granulare.

Ed ecco come ho preparato il piatto:

Innanzitutto ho preparato le polpettine. Ho mescolato il macinato con l'uovo, un pizzico di sale e uno di pepe. Ho spolverato con il provolone grattuggiato e ho amalgamato bene con le mani. Per asciugare la carne ho aggiunto un paio di cucchiai di farina di riso.

Ho formato delle polpettine poco più grandi di una nocciola, e sono passata alla cottura. Una metà le ho passate in padella, soffritte in un trito di lardo affettato finemente e una minima spolverata di dado granulare.

In un'altra padella ho fatto scaldare la salsa di pomodori datterini, aggiungendo un filo di olio EVO e un pizzico di sale. In questa salsa ho messo a cuocere le altre polpette.

Nel frattempo ho messo a scaldare l'acqua per le Caccavelle, che ho lasciato sbollentare per una quindicina di minuti come indicato sulla confezione. Quindi ho riempito ogni Caccavella con delle polpette. Sotto quelle bianche, sopra le rosse. Ho tagliuzzato sopra un po' di provolone e ho infornato finché il formaggio non si é sciolto.

Ho servito le Caccavelle decorando il piatto con alcune polpette e dei pomodorini.

Allora, che ve ne pare? Vi assicuro che si tratta di una ricetta gustosissima, non molto leggera, ma adatta ad un pranzo della domenica o a una giornata carnevalesca come oggi.

Con questo vi saluto, e vi auguro uno splendido martedì grasso!

A presto...

 

Con questa ricetta partecipo al contest "la vita é bella (se cucini la Caccavella)" di Celiaca per amore.

 

1 febbraio 2015

Ti consiglio un film *speciale San Valentino*: Warm Bodies

Buongiorno a tutti, e buon inizio di febbraio...

Febbraio, oltre ad essere il mese più corto dell'anno, é anche particolarmente festaiolo, accogliendo in se sia il carnevale che la festa degli innamorati. Poiché sapete che io adoro ogni tipo di festa (con relativi festeggiamenti...) oggi volevo consigliarvi un film che potrete godervi proprio il 14, per festeggiare assieme alla vostra dolce metà.

Si tratta di Warm Bodies - L'amore prende vita.

La trama in breve: in un ipotetico futuro (anche se non troppo distante...) la razza umana é stata decimata da un virus che ha trasformato gli uomini in zombie. I pochi sopravvissuti vivono in "riserve", difendendosi con le unghie e coi denti dagli attacchi dei famelici non morti.

No, so che detta così sembra più uno "speciale Halloween", ma andiamo avanti...

Fra gli zombie c'é R, voce narrante di tutta la vicenda, il cui enorme rammarico é proprio quello della perduta umanità. Un'occasione di riscatto però gli si presenta quando incontra Julie, la fidanzata di una delle sue giovani vittime. Così i due mondi si incontrano, e si incrociano. R aiuta la ragazza a sopravvivere nel "campo base" degli zombie, e lei lo riporta con la memoria a prima del virus, dando vita in qualche modo una sua redenzione.

Ma può R (e con lui anche gli altri Non-morti) tornare dall'oblio? E gli esseri umani saranno in grado di accettarlo?

Warm Bodies non é, ovviamente, una storia horror. Ma piuttosto una bella favola romantica, che ci fa riflettere su quali possano essere i limiti di una relazione, e quanto l'incomunicabilità sia un peso nei rapporti. Inoltre, é interessante anche vedere i rapporti fra i diversi gruppi: fra zombie e zombie, fra umani e zombie, e fra umani e umani.

Titolo originale Warm Bodies

  • Paese di produzione USA
  • Anno 2013
  • Durata 97 min
  • Genere sentimentale, commedia, orrore
  • Regia Jonathan Levine

Interpreti e personaggi

  • Nicholas Hoult: R
  • Teresa Palmer: Julie Grigio
  • Dave Franco: Perry Kelvin
  • John Malkovich: generale Grigio
  • Analeigh Tipton: Nora
  • Rob Corddry: M / Marcus

Conoscevate già questo film? Sperando di avervi incuriosito, vi attendò domani per altri consigli... Pieni di ammmore!