Lettori fissi

30 maggio 2014

Le recensioni dello zio Stefano: la pasta GLUTEN FREE

Salve a tutti, e buon venerdì!

Oggi l'appuntamento è con lo zio Stefano, che ci invita a degustare con lui la pasta gluten free! Ecco le sue personali considerazioni:

  • COOP Senza Glutine: voto 6– ( per affezionamento alla marca)

Mi spiace moltissimo. Un tempo questa pasta era una delle mie preferite, oggi purtroppo non so cosa sia cambiato nella produzione. Fatto stà che la cottura è difficilissima, pochi secondi bastano a trasformare un piatto di pasta mooolto al dente in un piatto di pasta ipercotta. Ingestibile.

Formato “di battaglia”: penne.

 

  • LE VENEZIANE: voto 7 +

Mangio questa pasta da quando sono a dieta, mi piace mangiarla e ci sono affezionato. Il principale pregio è senza dubbio la bella varietà di formati. Il principale difetto è che si sente moltissimo il mais, e quindi non è per tutti i palati.

Formato “di battaglia”: conchiglie.

 

  • CONAD – AC senza glutine: voto 8+

Le penne sono buonissime, abbastanza grosse rispetto alla media di quelle sul mercato. Oltre al gusto, va detto che sono ottime anche per piatti alternativi (ad esempio la frittata di di pasta) perchè, anche se le avanzi e le metti in frigo, resistono benissimo.

Formato “di battaglia”: penne.

 

BARILLA: voto 8-

Molto buona, decisamente molto simile alla pasta Conad, non è possibile non immaginare un “duello” tra marche (sarà che si riforniscono nello stesso stabilimento). Si differenziano per i formati, la marca Barilla è leggermente più varia. Perde il confronto quando si parla del rapporto qualità-prezzo.

Formato “di battaglia”: tortiglioni.

  • DS: voto 7 ½

La DS rientra in questo elenco e merita una menzione speciale per un motivo ben preciso: ad oggi è di gran lunga la marca più affidabile se voglio trovare degli SPAGHETTI che siano buoni e che non facciano “scherzi” durante la cottura. É molto difficile trovare pasta lunga che non scompaia letteralmente nell’ acqua di cottura, loro sono per me i più affidabili.

Formato “di battaglia”: spaghetti (per i motivi sopra citati)

Augurandovi una splendida serata, vi dò appuntamento al prossimo post...

Le foto dei prodotti sono state reperite nel web.

 

29 maggio 2014

Noodles agrodolci con manzo e pomodori

Salve a tutti!
E buon proseguimento di giornata... Come sta andando questa settimana, che si avvia al weekend? Io al solito tanto lavoro, ma quando riesco a ritagliarmi qualche momento per mettermi al pc o al tablet e scrivere un post la stanchezza scivola via...
Oggi volevo invitarvi da me per un gustare dei Noodles agrodolci con manzo e pomodori, un piatto goloso e di profumo orientale.
Ecco gli ingredienti per 2 persone:
  • 125 gr di Noodles Vitasia;
  • 200 gr di carne di manzo a fettine sottili;
  • 1 pugno di pomodori essicati;
  • 40 gr di Salsa di cipolle I Cortesi Lazzaris;
  • Farina di riso Molino Peila;
  • Olio di oliva;
  • Sale.

Ed ecco come ho proceduto:
  • Intanto ho messo a bollire un pentolino di acqua, per cuocere i Noodles.

  • Nel frattempo ho tagliato a piccoli pezzi i pomodori secchi e la carne. Ho infarinato la carne con la farina di riso mischiata con un pizzico di sale.
  • Ho scaldato in un saltapasta un cucchiaio abbondante di olio di oliva, quindi ho soffritto prima i pomodori a pezzi, a cui poi ho aggiunto la carne impanata.

  • Una volta che i Noodles siano quasi cotti, li ho aggiunti al condimento, facendo saltare per ben per amalgamare i sapori. Infine, poco prima di servire, ho aggiunto la Salsa di cipolle I Cortesi Lazzaris, ed ho mescolato per bene.

E, che aggiungere? Se non che il Moroso si è leccato i baffi!
A presto con altri spunti culinari...

28 maggio 2014

La mia prima Torta di Pannolini

Salve a tutti!

Questa sera volevo presentarvi la mia prima Torta di Pannolini. All'inizio del mese, infatti, è nato il figlio di una carissima coppia di amici, ed invogliata dalle immagini sul web ho deciso di tentare anch'io questa piccola avventura. Mi rendo conto che non è venuta perfetta, ma mi ha comunque resa orgogliosa, ed ha fatto felici la coppia di neo genitori.

Ho seguito circa il tutorial che ho trovato su ilmondodeifalispi.it, ma ve ne faccio un riassunto...
Gli "ingredienti" che ho usato sono:
  • 1 confezione di pannolini Pampers Progressi 2 Mini (30 pannolini);
  • 1 confezione di pannolini Pampers Progressi 3 Midi (28 pannolini);
  • 1 bottiglia di spumante;
  • 1 tutina per neonati;
  • 1 spugna;
  • 1 confezione piccola di salviette igieniche per il cambio pannolino;
  • 3 paia di calzine per neonati;
  • 1 flacone di bagnoschiuma per neonati;
  • 1 giochino da mordere per quando spunteranno i dentini;
  • 1 bavaglino con il nome;
  • 1 cartone sotto torta;
  • Nastro biadesivo;
  • Nastro azzurro;
  • Cellophane come quello che usano i fiorai;
  • Taaaanti, ma taaaaanti elastici!

Ed ecco come ho proceduto:
  • Innanzitutto ho arrotolato tutti i pannolini, fermandoli con un piccolo elastico. 
  • Ho fissato la bottiglia di spumante al cartone per torte con il nastro biadesivo, quindi ho arrotolato attorno alla base la tutina. Ho preso i pannolini più grandi (i Midi), e li ho separati a mazzetti di tre unendoli sempre con gli elastici. Infine li ho presi e li ho messi attorno alla bottiglia, intervallando con il pacchetto di salviette, il bagnoschiuma e la spugna.
  • Quindi ho fatto il secondo strato della torta: ho preso i pannolini più piccoli, e li ho raggruppati a mazzetti di tre o quattro, e li ho usati per circondare ancora la bottiglia, salvandone solo sei per creare il terzo strato, sulla cima della bottiglia. Ho fermato i due strati con elastici più grandi. Poi ho cercato di coprire gli elastici con dei nastri (avrei dovuto usare nastri più grandi, ma non ne avevo abbastanza,  li ho trovati da comprare... sigh...)
  • Poi ho aggiunto i calzettini, arrotolati come delle ciliegine, il giochino e il bavaglino. Ho incartato con il cellophane, e ho attaccato un fiocchetto.

Ecco, un regalo utile per la cura del bebè, e anche una bottiglia per brindare con gli amici e i parenti!
Ne avete mai fatta una? Se voleste fare un dono utile ma egualmente molto folkloristico, dovete assolutamente provarci! Comunque, vi consiglio di vedere il bel sito di ilmondodeifalispi.it per questo e altri splendidi tutorial!




A presto, con il prossimo post...

26 maggio 2014

Il ritorno anche del lunedì beauty...

Salve a tutti, e buon inizio di settimana!

Come sta andando da voi? Da me, dopo un fine settimana quasi estivo, si prospetta una settimana di pioggia e vento. Oggi per andare in posta ho dovuto uscire sotto l'acqua battente, infradiciandomi da capo a piedi!

Poiché oggi è lunedì, volevo riprendere l'antica usanza del lunedì beauty. Non aspettatevi recensioni pantagrueliche o esempi di Make Up (sono agghiacciata dalla bravura delle mille beauty blogger del web, inutile cercare di "competere" con loro...), ma volevo cominciare a dedicare una rubrica ai millemila campioncini che possiedo.

I campioni gratuiti dei prodotti di bellezza sono uno di quei vezzi a cui noi donnine non riusciamo a dire di no! Talvolta la quantità di campioncini é la discriminante nella scelta di una profumeria rispetto ad un'altra, come già avevo detto in un post della scorsa estate. Non molto tempo fa, sul web circolava (molto discusso) un post di Selvaggia Luccarelli contro Sephora, perché per una spesa di 70 euro non le avevano dato neppure un campione omaggio, dichiarando di aver solo campioncini da uomo.

Inoltre, sul web o su facebook si possono reperire diversi siti che aiutano noi curiose a richiedere campioni omaggio di varia natura, come ad esempio quello a cui io faccio maggiormente affidamento campioniomaggio.it

Personalmente trovo molto utili i campioni gratuiti,così che io possa ponderare meglio se il prodotto vale il successivo acquisto o meno.

Cos'è?

  • SERES SCIAMPO ZUCCHERO E COCCO Cute Sensibile Lavaggi Frequenti

Come l'ho ricevuto?

  • L'ho vinto ad un concorso di un'erboristeria, che metteva in palio ogni settimana un ricco pacco di campioncini per un fortunato utente. É stato uno dei primi post del blog.

Come si presenta?

  • É una gelatina abbastanza liquida, trasparente. Non ha nessun profumo, ma solo un vago odore di disinfettante.

Cosa c'é dentro?

  • AQUA [WATER], LAURYL GLUCOSIDE, SODIUM COCETH SULFATE, POTASSIUM COCOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, BETAINE, LACTIC ACID, PARFUM [FRAGRANCE], GLYCERIN, BENZYL ALCOHOL PHENOXYETMANOL PO ASSIUM SORBATE, DECYL GLUCOSIDE, DICAPRYLYL ETH R, ROSA CENTIFOLIA FLOWE WATER, HYDROLYZED SWEET ALMOND PROTEIN, POLYQUATERNIUM.7, GLYCERYL OLE TE, PANTHENOL, LIMONENE, ANTHEMIS PHYTATE, CITRUS MEDICA LIMONUM (LEMON) EL OIL, TOCOPHEROL, CITRUS BERGAMIA (BERGAMOT)PEE OIL EXPRESSED, ALCOHOL, CASSIA ANGUSTIFOLIA SEED POLYSACCHARIDE, SEED EXTRACT, MALTODEXTRIN, MORINGA P ERYGOSPFRMA SEED EXTRACT, AMYRIS BALSAMIFERA BARK OIL, JUNIPERUS VIRGINI NA WOOD OIL, HELIANTHUS ANNUUS (SUNFLOWER) SEED OIL, CURCUMA LONGA (TURMERIC) ROOT EXTRACT.

Info sul full size

  • Il flacone da 200 ml costa circa10,50 €

Che ne penso?

  • Ho usato la bustina completamente per uno shampoo ai miei capelli, abbastanza lunghi. Sono comunque riuscita a fare due passate, come é mio solito fare. Inizialmente non ne sono rimasta entusiasta: ha fatto pochissima schiuma, e la cosa mi ha un po' delusa. E avevo anche l'impressione che i capelli fossero appesantiti. Invece, una volta asciugati, mi sono sembrati molto più puliti del solito, anche se non molto brillanti. La cosa invece che mi ha proprio infastidito é stato l'odore: medicamentoso, sembrava quello di un medicinale piuttosto che di un prodotto cosmetico. Ovviamente i capelli non hanno conservato nessun particolare profumo. Ma i capelli sono rimasti puliti davvero a lungo!

Consigliato?

  • Si, personalmente trovo che si tratti di un prodotto valido, consigliabilissimo. Penso che potrei valutare l'acquisto del full size!

Che ne pensate di queste micro recensioni, potrebbero essere utili?

A presto col prossimo post...

 

25 maggio 2014

Noodles speziati di pollo e piselli

Salve a tutti,

E che sia per ognuno una splendida domenica!

Come sta andando la vostra giornata? Io dopo una generosa colazione in pasticceria con dei cari amici, una lunga passeggiata col Moroso, ed aver esercitato il mio diritto di voto, mi sto rilassando al tablet.

E colgo l'occasione per lasciarvi la ricetta di oggi: Noodles speziati di pollo e piselli.

Io adoro la cucina orientale, e quando l'altra sera sono tornata stravolta dal lavoro, un po' giù di morale, e con due enormi sfoghi causati dallo stress sul viso, ne ho approfittato per coccolarmi con un piatto che mi ricordasse un po' i ristoranti cinesi.

Ecco gli ingredienti che ho usato per 2 persone:

  • 4 fettine sottilissime di pollo;
  • 1 confezione piccola di piselli in scatola;
  • Farina di riso Molino Peila;
  • Salsa di soia;
  • Olio di mais;
  • 125 gr di Noodles Vitasia (acquistati da Lidl);
  • Mix di spezie Bamboo Garden China (acquistate da Despar).

Ed ecco come ho proceduto:

  • Innaizutto, ho messo a scaldare un pentolino di acqua per preparare successivamente i Noodles secondo le indicazioni riportate sulla confezione (cioè lasciandoli cuocere in acqua bollente almeno per 4 minuti).
  • Nel contempo, ho tagliato a straccetti molto piccoli le fettine di pollo. Quindi ho impanato i pezzi con la farina di riso Molino Peila.
  • Ho scaldato in un saltapasta un po' di olio di mais, quindi vi ho messo a cuocere i pezzo di pollo, irrorando generosamente con la salsa di soia. Ho cotto continuando a rimestare per impedire al pollo di attaccare o bruciarsi. ho aggiunto anche i piselli e ho lasciato sul fuoco ancora un po', avendo cura di continuare a mescolare,dopo aver abbassato la fiamma.
  • Ho scolato i Noodles, e li ho versati nel saltapasta, aggiungendo ancora della salsa di soia, e un tocco abbondante di mix di spezie Bamboo Garden China (per chi non le conoscesse, il gusto é molto simile a quello del curry. Abbastanza delicato, ma lascia i piatti piacevolmente profumati).

Ho quindi impiattato, per la gioia mia e del Moroso!

E con questo vi saluto, e vi dò appuntamento a presto...

 

24 maggio 2014

Le recensioni dello zio Stefano: le farine per pizza GLUTEN FREE

Salve a tutti!

Sono due giorni che non aggiorno, ma in mia discolpa posso dire che non é stata colpa mia: il gestore del mio abbonamento internet mi ha lasciato per alcuni giorni praticamente senza linea, lasciandomi però intuire (grazie a comunicazioni fumose e sgrammaticate) che il canone da me versato passerà da 19 a 24 € al mese... Per un servizio di per se già abbastanza scadente! Mah...

Oggi, comunque, volevo recuperare il post di ieri, quello in collaborazione con lo zio Stefano. Che oggi ha testato per voi le farine per pizza gluten free. Infatti, a casa dello zio Stefano, la pizza viene consumata spesso, e per ragioni anche di praticità é rigorosamente senza glutine per tutti, celiaci e non! Ecco quindi la sua personale esperienza...

 

(Prego notare che le marche sottocitate hanno scritta sulla confezione, su internet o su un manualetto una loro ricetta per la pizza, e i giudizi che scrivo sono dati in base al risultato ottenuto seguendo questa ricetta.)

 

  • BIAGLUT – Farina per pane e paste lievitate senza glutine: voto 7+

Da impastare possibilmente a mano, nonostante a volte raggiunga uno strano colore verde radioattivo in fase di lavorazione, la pizza (quando viene bene) è ottima e molto morbida.

Il rischio principale sta nella lievitazione: non chiedetemi perchè, ma non sempre si riescono ad ottenere dei risultati confortanti.

 

  • DR SCHÄR- Mix B: voto 7 ½

Anche questo impasto viene bene se lavorato a mano. Il risultato è molto piacevole, e la pizza che si ottiene è sempre croccante.

Purtroppo, come per quanto riguarda la farina BiAglut, la lievitazione ottimale continua ad essere un terno al lotto.

 

  • COOP Senza glutine – Preparato per pane, pasta, pizza e dolci: voto 8 +

La ricetta è veloce, è adatta anche a chi non ha voglia di star lì ad impastare, e si va sempre a colpo sicuro. Certo, visto che lo spessore raggiunto di norma è simile a quello di un volume delle pagine gialle, non è la prima farina che consiglio a chi preferisce la pizza sottile o a coloro che hanno problemi di digestione...

 

  • NUTRI FREE – Mix per pane: voto 9 ½

Lavorata a mano o con l’ impastatrice, mi ha sempre dato grandi soddisfazioni. I tempi sono un po’ più lunghi rispetto alle altre marche, ma lievita che è un piacere, e giocando a variare le quantità degli ingredienti si possono ottenere pizze alte o basse, ma senza mai inciampare in “mattoni” o “suole”.

 

 

 

Detto questo, vi ricordo che avevo postato, agli albori del blog, proprio una ricetta per fare una pizza gluten free... Se vi interessa, potete leggerla qui...

Detto questo, non mi resta che salutarvi, e darvi appuntamento a presto (operatore telefonico permettendo...)

Le immagini dei prodotti sono state tratte dal web.

 

21 maggio 2014

Il ritorno del vostro amico felino...

Salve a tutti!

Come va dalle vostre parti? Qui il tempo è instabile, curioso... Le notti sono insolitamente fresche, e non siamo ancora riusciti a dismettere i piumini del letto...

Oggi il post é dedicato ai mille a-mici dei gattini che popolano la rete... e lo fa con un piccolo collage del micio Lauro mentre si scalda sotto il plaid del divano... Come potete vedere, il freddo disturba anche il gatto, nonostante la sua folta pelliccia!

Con queste immagini vi saluto, e vi dò la buonanotte...

 

20 maggio 2014

Una nuovo opportunità: diventa tester con The Insiders!

Buonasera a tutti voi!

Questa sera volevo farvi parlarvi della nuova opportunità offerta dal sito The Insiders di diventare tester del gasatore Sodastream. Per coloro che non lo conoscessero, The Insiders é il nome di una community che si occupa di marketing partecipativo. Ciclicamente, sulle loro pagine, vengono proposte delle "campagne", a cui gli aspiranti tester decidono o meno di aderire, del tutto liberamente, inviando la propria candidatura. Se si viene selezionati, Il team di The Insiders si occupa di inviare ai tester un prodotto che questi si impegnano a provare, più dei campioni omaggio o dei buoni sconti/gadget per gli amici e i conoscenti per aiutarlo nel passaparola.

Insomma, si tratta di provare un prodotto con i conoscenti, e di trasmettere le impressioni sincere di tutti al team della community.

Io ho già avuto la fortuna di essere selezionata ben due volte da The Insiders, la prima per testare Purina One assieme al mio micio, e la seconda per la macchina del caffè Minime.

Oggi The Insiders ha aperto le candidature per il nuovo progetto, in collaborazione con Sodastream. Ai selezionati verrà inviato a casa il nuovo gasatore Sodastream Source, con 3 bottiglie in PET e un cilindro contenete CO2, oltre 1 confezione di Sodastream Caps e 3 concentrati Soda Mix nei gusti: Cola, Arancia e Gazzosa.

Come ogni campagna, anche questa é gratuita, cioè il prodotto verrà inviato a casa con corriere completamente a spesa di The Insiders, che si occuperà anche di venire a riprendere il gasatore alla fine della campagna. Chi decidesse di non poterne più fare a meno, invece, potrà acquistare la macchina ricevuta a un prezzo di favore.

Dato il particolare valore dell'articolo, The Insiders richiede al momento dell'iscrizione alla campagna i dati bancari del tester, come garanzia. Se poi l'articolo verrà acquistato, la cifra verrà scalata dal conto, altrimenti la community cancellerà i dati sensibili al momento della restituzione (stesso discorso per gli aspiranti tester che non dovessero superare la selezione e quindi non rientreranno nella campagna). So che il fatto di dover lasciare i dati bancari o della carta di credito potrebbe spaventare qualcuno, ma io mi sento molto tranquilla, invece. Ho già provato il sistema con la campagna Minime, e non ho poi letto neppure un commento negativo sul blog della campagna, anzi!

Se vi ho incuriositi, e anche voi volete provare a diventare tester della nuova Sodastream Source, vi consiglio di iscrivervi a The Insiders, e candidarvi al più presto come ho fatto io.

Se volete leggere le mie esperienze come tester Purina con The Insiders, potete cliccare qui.

Poiché appartengo anche ad altre community di marketing partecipativo, potete leggere le mie opinioni qui (campagna Swiffer per Desideri Magazine), qui (Brillante Pavimenti Bref per TRND), e qui (Dash Pods 3 in 1 nuovamente per Desideri Magazine).

Sperando di avervi dato una buona idea, vi saluto, e vi dò appuntamento al prossimo post...

 

19 maggio 2014

Una serata... Brillante!

Buona serata a tutti!

Oggi ho lavorato tutto il giorno, quindi non ho avuto modo di mettermi seriamente ai fornelli... Però ho deciso che mi impegnerò a passare su queste pagine almeno un momento, ogni giorno, per un veloce saluto.

Questa sera, colgo l'occasione per mostrarvi alcuni dei bijou che ho realizzato nell'ultimo periodo. Come ho già avuto modo di dirvi, infatti, uno dei miei hobby é proprio la produzione di piccoli gioielli di bigiotteria, soprattutto orecchini.

I miei preferiti sono quelli lunghi, e un po' gipsy. Come questi, che iniziano con alcuni mezzi cristalli colorati, e terminano in due grandi ciondoli in legno traforato, in legno, con delle farfalle. Che ho colorato con lo smalto, in un caso di argento, e nell'altro rosa.

Ho poi voluto creare un orecchino un po' "trasgressivo", con ciondoli rossi a forma di teschio, impreziositi da un mezzo cristallo nero, e una lunga catena. Quindi ne ho creato un altro paio con dei ciondoli a forma di seggiolino, legati a un piccolo cuore di agata.

Poi un paio lunghi, un po' più pesanti: la monachella é rosso scuro, alcuni mezzi cristalli rossi ed altri bianco latte, e una coppia di stelle di pietra rossa. Il secondo paio, invece, ha nuovamente un ciondolo in legno traforato, con dei cuori, di colore bianco. Qui ho deciso di impreziosire alcuni cuori con lo smalto argentato e glitter rosa.

Infine, due paia di orecchini corti, anche se sempre vivacemente colorati. Nel primo paio, al posto del consueto ciondolo, ho utilizzato le linguette delle lattine di bibita, colorate di rosa scuro brillante. Nel secondo paio, invece, ho optato per una scelta più classica: dei cubi di vetro rosa, molto sfaccettati e brillanti.

Che ve ne pare? Con queste immagini vi dò la buonanotte, nella speranza di rileggerci presto...

 

18 maggio 2014

Ragù bianco all'Aceto Balsamico Giusti e mele Granny Smith

Buongiorno a tutti, e splendida domenica!

Che state facendo di bello? Io -una volta terminato il post...- me ne andrò a una braciolata con alcuni amici, sperando nella clemenza del tempo che ultimamente ci offre serate davvero fredde e piovigginose.

Oggi, sperando di deliziarvi, vi volevo consigliare un piatto che esalta uno degli ingredienti che in cucina preferisco, anche se mi sembra sempre un po' bistrattato: la carne macinata. Infatti, ho preparato un Ragù bianco all'Aceto Balsamico Giusti e mele Granny Smith. Io preparo spesso dei ragù (come potete vedere anche scorrendo i post nel corso degli anni), e non necessariamente li servo con la pasta o il classico pasticcio, ma spesso come secondo piatto o addirittura piatto unico.

Per preparare il piatto di oggi, per 2 persone, ho usato i seguenti ingredienti:

  • 300 gr di macinato misto;
  • 4 scalogni;
  • 1/2 mela Granny Smith;
  • Aceto Balsamico Giusti;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Sale.

Per accompagnare il ragù, ho preparato dei crostoni, ecco anche i loro ingredienti:

  • 1 piccolo panino, di tipo " ciabatta";
  • Sale aromatico;
  • Olio extravergine di oliva.

Ed ecco come ho preparato il piatto:

  • Innanzitutto ho pelato gli scalogni, e li ho tagliati piangendo calde lacrime a pezzi abbastanza grossi, di modo che rimanessero abbastanza croccanti sotto i denti, una volta terminata la cottura. Quindi ho sbucciato la mezza mela e l'ho aggiunta allo scalogno. Non ci credevo, pensando che si trattasse di una " leggenda metropolitana", ma non appena ho cominciato a tagliare la mela il bruciore agli occhi é magicamente scomparso!
  • Ho messo mele e scalogni in un saltapasta antiaderente, ho aggiunto sale, olio e Aceto Balsamico Giusti, e li ho fatti soffriggere a fuoco alto. Come sempre, non vi dò le dosi dei condimenti, moltissimo dipende dal vostro gusto personale. Io ho usato tantissimo aceto, tanto da intravedere il fondo della bottiglia ( sigh! )

  • Quando ho trovato che fossero abbastanza appassite, ho aggiunto il macinato, separando lo bene con le mani mentre lo mettevo in padella. Solitamente, a questo punto aggiungo sempre un mezzo bicchiere d'acqua e lascio cuocere il macinato più lentamente dei condimenti. Questa volta, invece, ho provato una strada alternativa: ho aggiuntato di sale e olio, ed ho aggiunto ancora un po' di Aceto Balsamico Giusti, ed ho coperto con il Magic Cooker. La carne si é cotta davvero un pochissimi minuti, senza perdere neppure un po' del suo sapore!
  • Nel frattempo ho preparato i crostoni: ho tagliato la ciabatta a fette, quindi le ho insaporite con sale a romantico e un filo di olio extravergine di oliva. Poi le ho passate nel forno caldo per alcuni minuti (temperatura del forno e tempo di cottura dipenderanno da quanto voi vorrete che le fette siano croccanti).
  • Ho infine proceduto a impiattare il tutto, servendo il ragù e i crostoni ancora caldi.

Che ne dite? Vi assicuro che nessuno dei sapori "uccide" l'altro, ma secondo me ognuno viene valorizzato e riesce a dare il suo meglio. E anche il Moroso si é leccato i baffi!

Con questo voi saluto, vi auguro una splendida domenica e vi dò appuntamento a prestissimo...

 

16 maggio 2014

Le recensioni dello Zio Stefano: i Wafers GLUTEN FREE

Salve a tutti!

Oggi vorrei da il via ad una nuova rubrica gestita non da me, ma dallo "Zio Stefano". Abbiamo deciso di eleggere il venerdì come "GLUTEN FREE DAY", offrendovi oggi alcuni consigli culinari per tutti i lettori celiaci o che comunque convivono quotidianamente con questo disturbo.

Per iniziare con dolcezza, lo Zio Stefano ha deciso di recensire alcuni sfiziosi prodotti gluten free, che lui acquista e consuma spesso: i wafers. Naturalmente, stiamo parlando di recensioni soggettive, nate appunto dalla sua degustazione prolungata di questi biscotti.

  • ZEROGRANO GALBUSERA: voto 8 ½

Tra i classici alla nocciola sono decisamente i più buoni per sapore e profumo. Oltretutto hanno una cialda più resistente rispetto alla media, il che spesso ci evita di venire inondati da una pioggia di briciole all’apertura della confezione. Very good.

 

  • COOP Senza glutine: voto 8-

Prodotti molto buoni al gusto, navigano in quella che potrebbe difinirsi la parte alta della classifica. La crema alla nocciola purtroppo tende a “liquefarsi” con grande facilità, e se chi li mangia è un attimino distratto, questo va a discapito di chi in famiglia lava i panni (e i pavimenti). Inoltre tendono ad essere sbriciolosi, e per uno con il mio carattere, questo si traduce nel MENO sul voto finale.

 

  • CONAD – AC senza glutine: voto 8-

Gli ultimi arrivati sul mercato meritano una menzione, se non altro per il buon lavoro svolto. Sarò breve, non voglio ripetermi: vanno molto a braccetto con i colleghi della linea Coop, sia per i pregi che per i difetti, ed è per questo che anche la valutazione è la stessa.

 

  • DR. SCHÄR: voto 7

Ci sono cose su cui la Dr.Schar è molto avanti, ed altre su cui penso abbia ancora da lavorare per mettersi in pari con la concorrenza. La cialda del wafer appartiene a quest’ultimo gruppo. C’è però da dire che, rispetto a tanti altri, offre una gamma molto più assortita di prodotti, sia per il formato che per il gusto (wafers al cacao e alla vaniglia non li offrono tutti).

 

  • HAPPY FARM: voto 9+

Questa marca, al di là della bontà, stravince sotto due aspetti:

- in primis la dolcezza. I prodotti Happy farm sono adattissimi ai più dipendenti da cose zuccherose, tra i quali si trova il sottoscritto (e a quelli che si lamentano della “eccessiva dolcezza” dei prodotti dolci, io chiedo CHE COSA LI COMPRATE A FARE SE NON VI PIACCIONO?)

- in secundis la fantasia. Wafers senza glutine completamente ricoperti di cioccolato oppure con la crema di limone, non ne ho visti in giro tanti.

Complimenterrimi.

Sperando che la rubrica vi possa essere stata di aiuto, vi salutiamo e vi auguriamo buona serata...

Ps: lo Zio Stefano, per chi fosse interessato, ha un blog su cui scrive le proprie riflessioni in vari ambiti, con un occhio di riguardo verso la scena teatrale, la sua vera passione. Se voleste darci un'occhiata, potete trovarlo qui....

Le immagini sono state tratte da internet.