Lettori fissi

31 gennaio 2014

Fettine marinate all'Aceto Balsamico Giusti

Buongiorno a tutti...

E' da molto che non riusciamo a leggerci, ma ogni volta è un immenso piacere!
In questa giornata di gran neve, che si sta fortunatamente trasformando in pioggia, vi vorrei invitare nella mia cucina, con un piatto di Fettine marinate all'Aceto Balsamico Giusti.

Come ben sapete, io amo molto stare in cucina, purtroppo però devo conciliare questo hobby con un lavoro davvero impegnativo, che quindi mi lascia poco tempo per mettermi ai fornelli. Perciò anche la ricette che vi proporrò oggi è accessibile a tutte le tasche e a tutte le capacità.

Io mangerei carne sia a pranzo che a cena, mentre il Moroso non la ama molto. Per esempio, io credo che una fettina ai ferri e un'insalata sia una cena perfetta, gustosa e leggera. Mentre il Moroso preferirebbe mangiare insalata e wurstel con maionese, o al massimo qualche fettina di salame... Trova infatti che la carne abbia un retrogusto che proprio non riesce a mandare giù.

Quindi, ho deciso di marinare le bistecche con l'ottimo Aceto Balsamico Giusti. Il risultato? Da leccarsi i baffi!

Ecco i miei ingredienti, per 2 persone (il Moroso ed io...):
  • 4 fettine di manzo, tagliate sottili;
  • olio di mais;
  • sale aromatico;
  • Aceto Balsamico Giusti.

Ed ecco come ho preparato il piatto:
  • Ho messo le fettine in una ciotola capiente.

  • Le ho cosparse con un po' di sale aromatico, e ho "massaggiato" la carne per far sì che la carne si insaporisse uniformemente.
  • Le ho quindi ricoperte con un abbondante olio di mais (l'ho preferito a quello di oliva perché è di gusto più leggero, e non avrei corso il rischio di coprire il sapore dell'aceto), ed infine ho aggiunto anche l' Aceto Balsamico Giusti. Come spesso mi accade, non riesco a quantificarvi le dosi: io ho messo circa un bicchierino di Aceto, ma sta a voi decidere quanto volete che il sapore risalti.
  • Ho mescolato bene, quindi ho messo la ciotola a riposare in frigorifero per un'ora circa.
  • Al momento di mettersi a tavola, ho semplicemente scaldato la bistecchiera e ho cotto la carne, che ho servito con un'insalata mista.

Vi debbo avvisare che con questo tipo di cottura, soprattutto se le fettine sono sottili, non riuscirete ad avere la carne al sangue. Infatti, la macerazione nel sale e aceto "cuoce" il manzo ancor prima di metterlo sulla piastra, con gioia del Moroso e di tutti coloro che, come lui, mangiano la carne solo se ben cotta!

Con questo vi saluto, e vi do' appuntamento al prossimo post...

5 gennaio 2014

Una Panna Cotta per l'Epifania...

...che, insomma, "tutte le feste si porta via"!

Che meraviglia tornare a pigiare i tasti del pc, e quindi a deliziarmi chiacchierando con il mondo intero attraverso queste paginette, dopo il periodo folle e caotico appena trascorso...

Per festeggiare il mio rientro, ho pensato di proporvi una Panna Cotta al Limone, che ho potuto realizzare velocemente grazie alla collaborazione con Polenghi (vi ricordate? Ne avevo parlato qui).


Questo prodotto, davvero delizioso, non ha fatto altro che convincermi ulteriormente della validità dei prodotti Polenghi, che mi sento quindi vivamente di consigliare... l'unico "neo"... non so dove poterli comperare! Nei negozi di Trento non l'ho mai trovato, ora sto girando per i supermercati veneti e lombardi, ma finora non li ho mai visti. Se qualcuno di voi avesse un suggerimento, sarei lieta di conoscerlo! :-)

Ecco quindi gli ingredienti che ho utilizzato:
  • 1 confezione di preparato per Panna Cotta al Limone Polenghi (contenente la busta del preparato in polvere, e 2 dosette di topping al limone);
  • 200 ml di panna liquida;
  • 300 ml di latte;
  • 2 mandarini.

Ed ecco il procedimento che ho seguito:
  • Innanzitutto, ho versato le dosette di topping sul fondo di quattro ciotoline.
  • Poi ho preparato la crema: ho messo in un pentolino il latte e la panna liquida, e li ho portati a ebollizione. quindi li ho levati dal fuoco, ho versato la polvere e ho rimesso a bollire a fiamma media per 2 minuti circa.
  • Quindi ho versato il composto nelle ciotole col topping, e ho lasciato raffreddare in frigorifero per circa 5 ore.

  • Al momento di servire, ho rovesciato le panne cotte sul piattino da dolce, e le ho decorate con mezzi spicchi di mandarino. Limone e mandarino, un binomio vincente!


Che ne dite? Avete mai provato questo prodotto?




Con questo vi saluto, e vi do' appuntamento a presto...