Lettori fissi

31 luglio 2013

Allora, a che gioco giochiamo?

Salve a tutti, e ottima serata a tutti!

Come sta andando la settimana? A me abbastanza bene, il Moroso è forse risalito all'origine dei suoi dolori localizzandoli -grazie ad un bravo dentista- in un dente stranamente e dolorosamente cariato dall'interno, rilevabile solo dopo approfondite panoramiche...

Questa sera, come ben sapete, è tutta dedicata al vostro A-micio...

Lauro ha già compiuto un anno ad aprile, ma è rimasto sempre il solito giocherellone...
Da mesi, ormai, il suo giochino preferito è una capoccia di tigre attaccata ad un filo (in realtà un segnalibro della Nici). Il Moroso glielo acquistò quando era ancora piccoletto, ma ancora ci gioca come il primo giorno.

Gli scatti di oggi, infatti, sono freschissimi, fatti dal Moroso stamattina...
Lauro ha giocato per un bel po', quindi si è acciambellato sul nostro letto e ha schiacciato il suo pisolino.

Però, visto il vostro interesse della scorsa settimana, vi dono ancora una piccola foto di famiglia di Lauro, quando ancora era una palletta di pelo e viveva con mamma e fratellino a casa di alcuni nostri carissimi amici...

Con questo vi auguro buonanotte, e vi do' appuntamento a domani, con una eccitante
collaborazione...

30 luglio 2013

Fagiolini Grokkanti

Salve a tutti!

Oggi vi offrirò un piccolo post culinario...
L'estate, oltre a offrirci afa, vacanze e zanzare in quantità, è anche la stagione dei fagiolini.

Personalmente li adoro! Spesso mi limito a bollirli, e quindi a condirli semplicemente con olio e aceto balsamico, talvolta però li utilizzo per creare alcune ricette un po' più sfiziose. E' il caso del piatto di oggi, che ho chiamato Fagiolini Grokkanti.

Al solito, si tratta di una ricetta molto semplice e veloce, che non vi costringerà a "bollirvi" troppo in cucina, per preparare ai vostri cari un piatto sfizioso!

Ecco i miei ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr circa di fagiolini;
  • 1/2 confezione di Grok gusto Classico;
  • Alcune olive verdi denocciolate;
  • Olio Extra Vergine di Oliva Dante;
  • Sale q.b.

Preparazione:

  • Lessate i fagiolini. Portate a bollore l'acqua, salatela, e cuocete i fagiolini fino a che abbiano la consistenza che preferite. Sarebbe meglio lasciarli un po' "croccanti", per evitare che si spiaccichino nel ripassarli in padella. Potete fare questo passaggio nella pentola a pressione, per fare prima. Io non ce l'ho, e me la cavo egregiamente con il Magic Cooker.
  • Scolate i fagiolini. Metteteli in un padella in cui avrete fatto precedentemente scaldare un filo di Olio Extra Vergine di Oliva Dante, e unite le olive verdi denocciolate.

  • Fate rosolare alcuni minuti, continuando a rimestare per evitare che i fagiolini "attacchino" o peggio brucino.
  • Qualche istante prima di spegnere la fiamma, unite il Grok ai fagiolini, e lasciate cuocere continuando a mescolare. Io ho lasciato il Grok sulla fiamma solo qualche minuto, per farlo ammorbidire ma non sciogliere e diventare filante. Questo dipende dal vostro gusto personale!
  • Impiattate, ed eventualmente decorate con qualche altro Grok.

Con questo vi saluto, e vi lascio... Per i prossimi giorni ho in serbo un'energetica collaborazione, un film spettacoloso, e naturalmente micini...

A presto...

29 luglio 2013

Lo ammetto, alla fine ho ceduto anch'io alle box...

Buonasera a tutti, e buon inizio settimana...

No, non sono sparita, né ho intenzione di farlo...
Ma la settimana scorsa ho avuto un paio di impegni "mondani" che mi hanno impedito di mettermi a scrivere, e negli ultimi giorni sto accudendo il Moroso, che ha -pensiamo- una specie di nevralgia del trigemino che non lo lascia dormire da tre giorni, e lo intontisce dal dolore...

Ad ogni modo, stasera trovo un minuto per scrivere il post beauty del lunedì.

Vi ho mai detto che, pur adorando le varie "box" di bellezza sul mercato, non mi sono mai abbonata a nessuna? Non so il perché  forse sono una pigrona cronica, fatto sta che, pur apprezzando la logica che sta dietro a quelle belle scatoline, finora sono riuscita a non cedere!

O meglio...

Ero riuscita a non cedere, prima di scoprire la Box di Chicca!

Di cosa sto parlando? Ve lo spiego subito...

Chicca è una ragazza che ho avuto il piacere di conoscere grazie a facebook, che ha istituito questo servizio per le sue "abbonate". Poichè sta aprendo uno store di cosmetici, ha deciso di provare la formula delle box, che tanto successo stanno avendo nel nostro paese.

Chicca propone per ora due tipologie principali di box, la Revolution (come quella da cui mi sono lasciata tentare...) a 16 € (10 per la box, e 6 per la spedizione con corriere Bartolini), o la Luxury a 26 € (20 per la box, e 6 per la spedizione con Bartolini).
In questi giorni sta lanciando anche alcune novità, come alcune Box monotematche (davvero da leccarsi i baffi) o le Weekly Box...
Lei è davvero carina, non solo fa compilare alle proprie clienti un modulo per conoscere le preferenze su prodotti, colori... ma a differenza delle altre box Chicca rispetta sempre le preferenze! Quindi, finalmente, chi si diletta di nail art avrà una box di smalti e prodotti per unghie, mentre chi predilige il make up non riceverà un pacchetto pieno appunto di smalti! 

Ho provato la prima il mese scorso, spinta dall'entusiasmo. L'ho trovata talmente carina da aver deciso di acquistarla anche per il mese di luglio... e so che il pacchetto è partito oggi!

Vi mostrerò quindi il contenuto della mia prima Revolution Box di Chicca...

  • Lip gloss XXX shine Urban Decay;

  • Gen Hyal E Gel Glicerosomiale (credo una mini size, ma non sono pratica del prodotto...);

  • Smalto Nail Corporation, n.112 Turchia;


  • Smalto Essence Ticket to Paradise, n.04 My Treasure Island (che vi ho ampiamente recensito qui..);
  • Palette ombretti MUA;

  • 2 campioncini di Fondotinta Lady Futura.



Con calma, quando avrò terminato di provarli per bene, vi recensirò tutti i prodottini, che al momento però mi trovano soddisfattissima!

Se vi ho incuriosito, vi consiglio di contattare Chicca qui.

Che ne pensate di questa box? Per me è promossa a pieni voti, e sono contentissima di aver fatto il bis per questo mese...

Vi lascio con questo post solo fotografico, sperando che domani il "bollettino medico" mi lasci più tranquilla per dedicarvi più tempo, e post di qualità...


Un bacione di buonanotte...

24 luglio 2013

Un grande ritorno... il vostro amico Micino...

Salve a tutti...
Oggi è mercoledì, un caldo, caldissimo mercoledì di luglio...
Troppo caldo per la cucina, troppo afoso anche per creare.
In realtà, un mezzo lavoretto creativo in ballo c'è, ma ve ne parlerò quando sarò del tutto soddisfatta!
Quindi ho deciso di rispolverare una piccola consuetudine che tanto amavate: il mercoledì felino!
E per l'occasione ho scovato alcune chicche: un drive pen di foto di Lauro, quando era ancora un soldino di cacio!
E non da solo, con lui ci sono anche il fratellino Bistrot, e la mamma, Rebecca detta Peachy...
Con queste tenerissime immagini vi auguro la buonanotte, sperando che domani arrivi un filo di vento che mi consenta di accendere il forno...
A presto...





23 luglio 2013

Ti consiglio un film: Oggi sposi

Buongiorno,

Anticipo a oggi il settimanale appuntamento con "Ti consiglio un film" (che ritroverete le prossime settimane il venerdì), per introdurre una nuova rubrica che introdurrò domani.

Il film che vi consiglio é Oggi Sposi.

Lo conoscete? Si tratta di una bella commedia italiana, ricca di buoni sentimenti e di spunti di riflessione sulle coppie dei giorni nostri.

La trama in poche, pochissime parole: quattro matrimoni si intrecciano involontariamente.

Un poliziotto pugliese vorrebbe convolare a nozze con la splendida fidanzata indiana, ma a mettere i bastoni fra le ruote alla coppia ci si mettono i relativi padri, un rustico contadino e l'ambasciatore indiano in persona, troppo invadenti e legati alle proprie tradizioni.

Un ricchissimo signore avanti con gli anni prepara le nozze con la fidanzata, giovanissima e bellissima, contro il volere di tutta la famiglia, e soprattutto del complessato figlio di lui.

Una coppia di disoccupati trova l'ingegnoso metodo per sposarsi a "costo zero": far imbucare la propria festa in quella per il matrimonio vip dell'ultima coppia, un uomo di finanza colluso con la mafia, e un'aspirante attricetta, che non si amano affatto ma stanno assieme per "amore del denaro comune".

Visto l'argomento, é scontato il lieto fine.

Quello che dà il tocco in più al film é la caratterizzazione forte dei personaggi.

Come si fa a non ridere ai dialoghi sgangherati fra Michele Placido e Francesco Pannofino, ruspanti papà e zio del poliziotto pugliese Luca Argentero?

A non imparare subito a memoria i "grazie al Bussolengo Outlet" che la biondissima Gabriella Pession ripete a ogni pie' sospinto?

A non sorridere quando Renato Pozzetto, senza la giovanissima Carolina Crescentini, esce dalla chiesa equivocamente mano nella mano con il proprio cameriere omosessuale, causando lo svenimento delle anziane sorelle?

Ma il film propone anche alcuni interessanti spunti di riflessione.

La differenza culturale nei matrimoni misti, che può unire ma anche dividere; la disoccupazione e ciò che si è disposti a fare per "apparire"; la differenza di età e le preoccupazioni più o meno legittime dei figli davanti alla nuova madre... Non sono che alcuni dei punti su cui vale la pena di soffermarsi a pensare un momento.

Nonostante ciò, però il film può essere gustato solo come un momento di puro divertimento. Consigliatissimo!

 

 

 

 

 

Oggi sposi titolo originale Oggi sposi

  • Paese di produzione Italia
  • Anno 2009
  • Durata 120 min
  • Genere commedia romantica
  • Regia Luca Lucini
  • Soggetto Fausto Brizzi, Marco Martani, Fabio Bonifacci

Interpreti e personaggi

  • Luca Argentero: Nicola Impanato
  • Moran Atias: Alopa
  • Dario Bandiera: Salvatore Sciacca
  • Isabella Ragonese: Chiara Malagò
  • Carolina Crescentini: Giada
  • Filippo Nigro: Fabio Di Caio
  • Francesco Montanari: Attilio Panecci
  • Gabriella Pession: Sabrina Monti
  • Michele Placido: Sabino Impanato
  • Renato Pozzetto: Renato Di Caio
  • Lunetta Savino: Violetta Abbatescianni in Impanato
  • Hassani Shapi: l'ambasciatore
  • Francesco Pannofino: Peppino Impanato
  • Caterina Guzzanti: poliziotta Ghedini
  • Angela Favella: ragazza bouquet
  • Angelo Pisani: stilista

Voi che ne pensate? L'avete visto, e se si, vi é piaciuto?

Con questo vi saluto, e vi dò appuntamento a domani...

 

22 luglio 2013

Profumerie e campioncini... ovvero la polemica beauty del lunedì

Salve a tutti,
e naturalmente buon lunedì. Spero che la vostra settimana sia iniziata nel migliore dei modi. Io sono tornata al mio tran tran lavorativo, e già mi sono scordata di come era bello il "dolce far niente" delle scorse settimane...

Oggi, per cominciare in bellezza la settimana, vorrei mostrarvi gli ultimi ingressi nel mio beauty case. Dovete sapere che io comprerei make up dalla sera alla mattina, salvo poi truccarmi per bene qualcosa come... 2- 3 volte l'anno, e sempre in maniera più che semplice!

Però, talvolta capitano certe occasioni a cui uno non riesce proprio ad evitare di metter mano al portafoglio...

Per esempio, la scorsa settimana sono stata con alcuni amici a Brescia, all'Ikea e al Franciacorta Outlet Village... A parte gli acquistini per la casa che non ho potuto evitare nel colosso svedese, volevo farvi vedere ciò che ho comprato al Franciacorta...

Da Pupa (non conoscevo l'esistenza di un outlet Pupa... ah, sbav...) ho preso:
  • 2 smalti olografici (2,90 €/cad);
  • 1 Automatic Liner Clio for Pupa color Oro (1 €);
  • 1 Matita Kajal bianca, morbidissima... ( 1€);
  • 1 Ombretto cotto (1 €).

Poi visitina da Kiko, dove ho preso:
  • 1 matita kajal arancione (1 €);
  • 1 matita kajal gialla (1 €).

Ed infine sono andata da Gardenia, per sbirciare nella Collezione Essence Ticket to Paradise, e dove ho trovato:
  • 1 mascara per capelli (non ricordo a quanto, purtroppo...comunque pochi euro). Ne stavo cercando uno tipo da quando avevo 14 anni!

A proposito di Gardenia, vi racconto un piccolo aneddoto...
Ho dovuto fare la fila dietro dietro due signore elegantissime che si sono riempite di mascara e maschere facciali. Quella immediatamente prima di me ha acquistato 3 prodotti, pagandoli la bellezza di 102 €! E per quella cifra la commessa le ha dato 1 (si, avete letto bene, UNO) campioncino di profumo! Non lo so, sono fuori io o è stata un attimo tirchietta? L'altro giorno ho comprato un profumo da Erbolario, costato 20 €, e la commessa gentilissima mi ha dato 6 provini di vari prodotti (profumo, creme corpo, crema viso), nonché 2 di dopobarba per il Moroso, che non stava comprando nulla ma si limitava ad accompagnarmi...

Anche da Yves Rocher e da Bottega Verde mi sono sempre stati elargiti fior fiori di campioncini, e non ho mai neppure lontanamente speso cifre come quelle che la cliente prima di me ha sborsato!

Capisco che, magari, sia differente la "politica aziendale" delle varie profumerie... magari un Erbolario, o comunque un monomarca, punti molto di più sul campioncino per affezionare il cliente, rispetto ad una profumeria che tratta diversi brad. Magari nelle seconde non c'è neppure la larga disponibilità di campioncini, o magari alla commessa (che, comunque, era carinissima e con un sorriso davvero dolce!) viene detto di non elargire provini a piene mani, usandoli con parsimonia.

Vi sto facendo questo discorso perché mi piacerebbe avere il vostro parere. Ho letto tantissime volte su facebook di malignità ai danni di commesse di profumerie che avrebbero "intascato" provini e omaggini, che la cliente accusatrice spergiurava le sarebbero toccati di diritto. 
Raramente i commenti difendevano la cassiera, anzi, tanti si vantavano di come avevano "messo in riga" la lavoratrice, insistendo finché non avevano ottenuto il "maltolto".

Da commessa, vi chiedo: voi che ne pensate? Vi siete mai trovate dalla parte del cliente rimasto senza campioncino? O magari non ci avete neanche fatto caso, o addirittura siete una di quelle mosche bianche che escono dal negozio  e regalano regolarmente i campioncini a qualche amica o parente perché non vi interessano?

Personalmente non ne ho mai fatto una tragedia  se magari non mi è stato regalato nulla, magari quel prodotto non lo avrei neppure usato... Ci rimango un po' male, questo si, ma non me ne vado a lamentare con la commessa!

Stasera vi lascio con questa curiosità, a cui mi piacerebbe rispondeste numerosi...



Un bacione di buona notte...

21 luglio 2013

Che dolcissima collaborazione... grazie, Freddi!

Salve a tutti, e buona serata...

Come avete trascorso questa domenica? Io un filo indaffarata, nonché un po' triste perché domani si torna al lavoro...
In realtà non posso lamentarmi, ho trascorso 15 giorni splendidi, divisa fra il Moroso, il mare, la casa, gli amici... e questi post sul blog, che davvero, non avrei potuto chiedere di meglio...

Stasera, quindi, mi "tiro su il morale" presentandovi una collaborazione con cui mi sto deliziando... Quella con la Dolciaria Freddi.

Amo molto le collaborazioni che riesco ad avere con le aziende, grazie al mio piccolo lavoro nel blog. Un po' per la soddisfazione di trovare un'azienda che "crede" in quello che faccio, e un po' perché mi permette di scoprire tanti prodotti che altrimenti, nel mio supermercato, non avrei mai trovato.

Questo è esattamente uno di quei casi!

Quando assaggiamo un prodotto Freddi, dobbiamo tenere conto che ha alle spalle anni di esperienza!
L'attività inizia nel 1949, come pasticceria, a Castiglione delle Stiviere (MN), vicino al lago di Garda, ma ha fatto talmente tanta strada da essere oggi uno fra i maggiori produttori europei di prodotti a base di Pan di Spagna!

La produzione si sviluppa attraverso tre linee principali: Merendine in confezione da 8 pezzi (Dolcetto e Ballerina), Merendine in confezione da 10 pezzi (Buondolce e Moretta), e swiss rolls e torte (Pic Nic, Swiss Roll, Bûche de Noël, O'Mamma). Ogni linea ha una capacità produttiva da capogiro, e occupa una decina di addetti!

Naturalmente, il controllo di qualità è rigido e gli ingrdienti di prima scelta. Ciò permette di garantire ai prodotti un termine minimo di 270 giorni, senza conservanti e senza refrigerazione! Il sistema di qualità è certificato secondo gli standard ISO9001, IFS e BRC Food.

Dall'Albania allo Yemen, quasi tutto il mondo può gustare la qualità di Freddi, che garantisce alla clientela internazionale la messa in consegna di un ordine in 3-4 giorni, anche per piccoli quantitativi. Con una particolare attenzione al packaging, per evitare ogni possibile "incidente di percorso"!

Inoltre, la vasta gamma di Freddi è attentamente studiata con oltre 30 prodotti, per venire incontro a ogni palato... e a ogni portafoglio!

Pur abitando abbastanza vicino alla zona di produzione di questi sfiziosi dolcini, non sono purtroppo mai riuscita a trovarli nei negozi... Immaginate quindi la mia gioia quando mi è stata accordata questa dolce collaborazione, e nel giro di appena 2 giorni mi sono vista recapitare a casa un paccone contenente tutte queste bontà...

Ve le mostro...





  • Linea Dolcetto, al Cacao magro e all'Albicocca;

  • Linea Ballerina, al Cacao e alla Nocciola Italiana;

  • Linea Buondolce, al Latte e gusto Arancia-Carota;

  • Linea Moretta, Classic e al Caramello;

  • Linea Picnic; alla Vaniglia e alle Nocciole;

  • Linea Swiss Roll, al Cacao, al Tiramisù e Pralinè;

  • Linea La Gioia, al Triplo Cioccolato, al Tiramisù e al Mandarino;

  • Linea O Mamma, alla Fragola e alla Stracciatella.


Se volete saperne di più, Freddi ha un sito internet (attenzione, è ricco di foto... dopo averlo visitato potreste non resistere a tuffarvi in una merendina!) e una pagina Facebook.

Vi ho ingolosito?
Il Moroso e io non abbiamo resistito, e dopo le foto, a merenda, abbiamo gustato un the con due deliziose merendine: una Ballerina al Cacao per lui, e una Moretta al Caramello per me.
E come era ben prevedibile, ci siamo leccati i baffi!

Avete mai assaggiato questi prodotti? Io ve li consiglio davvero, sono gustosi, morbidi e molto fantasiosi...
Con questo vi saluto, e vi auguro buona serata...

Sullo sfondo delle fotofrafie realizzate da me: Carta Star Pennsylvania
Le fotografie dello stabilimento sono tratte dal sito www.freddi.it

19 luglio 2013

Bruschettona del venerdì

Salve a tutti, e buon venerdì!

Il weekend è ormai alle porte, e mi rendo conto che molti di voi lo aspettano sfregandosi le mani... 

Quindi, per oggi, ho preparato un post culinario veloce, che vi consenta di cucinare con "ammore", ma anche di avere tempo libero, da trascorrere con il vostro partner, con gli amici o, perchè no?, pensando a voi stessi!
Oggi vi consiglio di coccolarvi con una bella Bruschettona

Ingredienti per ogni Bruschettona:
  • 1 fetta di pane apposito per bruschette, o di pane pugliese;
  • 1 grosso pomodoro ben maturo;
  • 2 fette di prosciutto cotto naturale;
  • Asiago DOP fresco;
  • Funghi trifolati sottolio;
  • Olio Extra Vergine di Oliva Dante;
  • Sale alle erbe.

Preparazione:
  • Mettete la fetta di pane in una teglia da forno. Versateci sopra un filo di Olio Extra Vergine di Oliva Dante. Infornate a 200° per un paio di minuti.
  • Nel frattempo, lavate bene il pomodoro, e tagliatelo a pezzettini.
  • Sfornate il pane. Farcitelo con i pezzi di pomodoro, quindi aggiungete delle fettine sottili di Asiago DOP fresco.
  • Terminate le bruschette aggiungendo il prosciutto cotto a pezzettini, qualche funghetto trifolato sottolio, e un pizzico di sale alle erbe.
  • Infornate sempre a 200°, per... il tempo di apparecchiare la tavola! :-)

Un piatto adattissimo per il venerdì sera, non trovate? Sano, e abbastanza robusto per consentirvi di uscire con gli amici, a folleggiare tutta la notte!
Con questo vi auguro uno splendido venerdì, e naturalmente un favoloso fine settimana!

Ps: si, lo so, oggi avrei dovuto preparare un post beauty, visto che lo sto rimandando da diversi giorni... ma ieri da me ha piovuto, e le foto degli ombretti erano veramente scarse... prometto che ve li mostrerò uno dei prossimi giorni... 

18 luglio 2013

Pasta Fredda Tricolore

Buongiorno a tutti!

Come prosegue la settimana? Io nuovamente intravedo la fine delle ferie, e la cosa non mi riempie esattamente di gioia, ma continuo a godermi queste giornate di vacanza senza preoccuparmi troppo!

Oggi nuovamente volevo mostrarvi la palettina MUA che sto utilizzando ultimamente, ma il tempo nuvoloso non mi consente di fare delle foto decenti, motivo per cui anche oggi vi beccherete una ricettina, sperando che domani il sole sia clemente, e possa mostrarvi il mio gioiellino...

La ricetta (o meglio il "consiglio culinario") di oggi è una Pasta Fredda Tricolore. Si tratta di una classica, velocissima e gustosissima pasta con pomodoro fresco e formaggio, impreziosita dal gusto delicato dell'Asiago DOP Fresco e quello deciso dell'Olio Extravergine di Oliva Dante.

Ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di pasta (io ho usato il formato Calamarata);
  • 4 grossi pomodori ben maturi ma sodi;
  • 300 gr di Asiago DOP fresco;
  • 150 gr circa di olive verdi;
  • Sale alle erbe;
  • Olio Extravergine di Oliva Dante.

Preparazione:
  • Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, seguendo i tempi e modi di cottura riportati sulla confezione. Scolatela leggermente al dente, e raffreddatela immediatamente sotto il getto dell'acqua fredda, per evitate che continui la cottura e vada a scuocere.
  • Mentre cuocete la pasta, lavate i pomodori, e tagliateli a tocchetti.
  • Tagliate a pezzetti anche l'Asiago DOP fresco, quindi uniteli ai pomodori in una grossa ciotola.
  • Tagliate a rondelle le olive verdi, e mescolateli assieme a pomodoro e all'Asiago DOP. Mescolate, e aromatizzate con un pizzico di sale alle erbe.
  • Unite la pasta, e mescolate bene per aromatizzare i vari ingredienti. Condite con Olio Extravergine di Oliva Dante.

Ottima, veloce, fresca... e soprattutto impossibile non fare bella figura portandola in tavola! Io questa settimana l'ho preparata già tre volte, e in tutte i commensali si sono leccati i baffi e hanno fatto il bis!

Mi piacerebbe sapere quali sono i vostri trucchetti per condire una pasta fredda, in queste giornate afose. Il classico "Condipasta", o anche voi preparate il sughetto con le vostre mani?

Beh, a questo punto non mi resta che lasciarvi andare a pranzo, augurandovi buon appetito...
Anche da parte di un mio piccolo aiutante...


17 luglio 2013

Ti consiglio un film (oppure no? @_@): Sinister

Buongiorno a tutti, e buon mercoledì!

Oggi volevo dedicare il post a mostrarvi una palette molto carina con cui mi sto deliziando in questi giorni, ma poiché praticamente stanotte non ho chiuso occhio, ho deciso di cambiare argomento all'ultimo.

Ecco, quindi, un post della rubrica "Ti consiglio in film".

La pellicola di cui parliamo oggi é Sinister.

Per gli appassionati del genere, posso dire che stiamo parlando di uno dei pochi film horror davvero meritevoli di quest'ultimi anni!

La trama é presto detta...

Ethan Hawke é Ellison Oswalt, un mediocre scrittore di libri "neri" in cerca del successo perduto. La sua specialità é quella di ripercorrere crimini insoluti alla ricerca della verità, da trasformare poi in best seller.

In quest'ottica trascina la sua inconsapevole famiglia nella loro nuova casa: una lussuosa villetta nel cui giardino morirono impiccati i precedenti inquilini, fatta eccezione per una delle figlie, scomparsa nel nulla. É su di lei e sul suo destino che sta indagando Ellison, quando nella soffitta vuota trova una scatola contenente quelli che vengono indicati come "filmini di famiglia" su pellicola 8 mm. Così, Ellison si trova impotente ad assistere alla macabra impiccagione della famiglia, ma anche ad altre efferate esecuzioni.

La brama di scrivere un libro che lo faccia risalire le classifiche supera tutto: il senso civico, i dissidi con la moglie e i figli, persino il timore di perdere la famiglia.

Solo le parole di uno studioso di spiritismo sembrano farlo ragionare, ma non sarà troppo tardi?

Ci sono poche parole per giudicare questo film. Una é TERRORIZZANTE, un'altra DISTURBANTE. Il mostro c'e, inutile stare a negarlo, é sovrannaturale, e fa paura nella sua semplicità. Praticamente impossibile sperare nel lieto fine, già da quando, prima dei titoli di testa, possiamo assistere alla lenta agonia, senza scampo, di quattro persone incappucciate ingegnosamente impiccate al ramo di un albero.

Al film, visto con l'ottica "critica" non posso che dare un voto di eccellenza. Raramente sono riuscita a vedere un horror così ben congegnato, un filo macchinoso nella storia, ma semplice in quello che sono le atmosfere, notturne, buie, talvolta claustrofobiche. Il mostro non appare particolarmente "finto", umano ma innaturale, come a voler i suggerire che ha quella forma solo per potersi confondere meglio fra di noi, ma non é realmente di questo mondo. Bello l'espediente delle pellicole in 8 mm, mute, che danno quel gusto un po' "retrò" al film.

Una volta avrei goduto molto nel vede questo splendido film... Stanotte, invece, non sono riuscita a chiudere occhio. Mi sono avvolta nelle lenzuola come un bambino,con gli occhi stretti perché avevo paura di aprirli e vedere un fantasma o un piccolo zombie. Sarà che sto invecchiando?

Consigliatissimo insomma agli amanti del genere, ma decisamente vietato ai paurosi...

Sinister titolo originale Sinister

  • Paese di produzione Stati Uniti d'America
  • Anno 2012
  • Durata 110 min
  • Genere horror
  • Regia Scott Derrickson
  • VM 14

Interpreti e personaggi

  • Ethan Hawke: Ellison Oswalt
  • Juliet Rylance: Tracy Oswalt
  • Michael Hall D'Addario: Trevor Oswalt
  • Clare Foley: Ashley Oswalt
  • Nick King: Bughuul/Mr. Boogie

Voi siete amanti del genere, o no? Avete per caso visto questo film? Con questa piccola recensione, vi saluto e vado a buttarmi un altro po' a letto, sperando di riuscire a dormire un pochino, con la luce del giorno...

A domani... E se non l'avete ancora fatto, per farvi passare un po' la tremarella dopo aver letto questo post, c'é un giweavay aperto qui...

Ps: le foto utilizzate nel post sono tratte da Internet Movie Database...